Centotrentacinque milioni di euro. E’ questo l’investimento previsto nel corso del 2015 dalla Raffineria di Milazzo. L’azienda – attaccata stamattina dal candidato a sindaco Peppe Marano per la mancata bonifica dell’area in cui ci sarebbero infiltrazioni da idrocarburi – ha diffuso i dati alla vigilia della fermata generale degli impianti a cominciare dal 1 Maggio. Numeri e dettagli tecnici sono stati presentati ai sindacati nel corso di un incontro organizzato lunedì 20 aprile da Confindustria Messina al quale hanno anche partecipato gli imprenditori dell’indotto. “Sia gli investimenti 2015, sia quelli in previsione nel prossimo quinquennio, continueranno ad essere legati a interventi finalizzati al mantenimento degli standard di sicurezza ed affidabilità degli impianti, nonché al miglioramento del fattore energetico, elementi importanti in situazioni congiunturali come l’attuale”, si legge in una nota. In particolare per il 2015 i progetti principali previsti nel piano di investimenti, che rappresentano sia il completamento di progetti avviati negli anni scorsi sia l’avvio di nuovi progetti, sono il completamento del revamping dell’impianto FCC con installazione del Turboexpander ed interventi di recupero energetico; il completamento del revamping dell’impianto Tap; il nuovo impianto Zolfo; interventi di miglioramento delle protezioni antincendio; la nuova rimessa antincendio; alcuni interventi di ammodernamento dei pontili; l’ampliamento della sottostazione elettrica SS4. Sia i lavori per investimenti, sia i lavori di manutenzione verranno affidati prevalentemente alle principali ditte locali già impegnate in raffineria con personale del comprensorio.
Nel corso dell’incontro con le Organizzazioni Sindacali è stata anche illustrata la prossima fermata “di turnaround” di alcuni impianti per manutenzione straordinaria che inizierà a maggio.” Le fermate generali  rappresentano il momento più importante per garantire che gli impianti possano marciare in piena sicurezza ed affidabilità – continua la nota Ram – Una corretta programmazione, fatta normalmente su base quadriennale o quinquennale in funzione dei cicli di attività degli impianti, di interventi di manutenzione generale permette di mantenere gli elevati livelli di affidabilità degli impianti che sono uno degli obiettivi primari della Raffineria di Milazzo”.
Per aumentare sempre più il livello di sicurezza  soprattutto durante una fase complessa ed articolata come quella della fermata, la Ram ha predisposto il “Patto sulla Sicurezza”  firmato insieme a tutti gli imprenditori coinvolti nei lavori lo scorso 16 aprile. “Il Patto nasce dalla opportunità di fissare regole chiare, diffonderle a tutti gli interessati, definire un impianto per misurare le prestazioni non solo in termini di violazioni ma anche di comportamenti e gli atteggiamenti positivi (Sicurometro). Tutte le ditte impegnate in campo e ciascun loro dipendente saranno costantemente monitorati e valutati dal team che coordinerà la sicurezza in fermata, rispetto ai comportamenti generali positivi/negativi in materia di sicurezza con un’attenzione anche ai risultati in materia di housekeeping ed un focus specifico orientato ai ponteggi”.

Condividi questo articolo
1.309 visite

9
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
rosiconiGIANNAPaoloTrimcittadino saggio Recent comment authors
più recente meno recente più votato
rosiconi
Ospite
rosiconi

Parliamo di milioni di euro di investimenti sulla sicurezza, di migliaia di posti di lavoro, di un’eccellenza a livello mondiale e dell’unica realtà che fa si che continui a far andare avanti tutto l’interland, di una fabbrica tra le più controllate, dalle varie autorità, d’europa, e parlate di fermate sotto elezioni ???? Fate un bel favore a tutti, cambiate nazione e cercate di distruggere altrove ciò che c’è di buono…

Paolo
Ospite
Paolo

Questa fermata degli impianti per manutenzione e conseguenti temporanei posti di lavoro , è un’offesa alla nostra intelligenza … Proprio adesso che ci sono le elezioni a Milazzo ? Evviva l’Italia

GIANNA
Ospite
GIANNA

La fermata degli impianti anche negli anni passati è stata nel mese di maggio anche se non ci sono state le elezioni, non attacchiamoci per qualsiasi cosa alla Raffineria.

Paolo
Ospite
Paolo

Si sa come funzionano le elezioni in Italia.. Ma probabilmente come dici tu questa sarà pura casualità 😀

Trim
Ospite
Trim

RAM gregaria di Pino….come in una volata

cittadino saggio
Ospite
cittadino saggio

Complimenti, lavoro e serietà. .la comunità deve essere orgogliosa

Polifemo il ciclope
Ospite
Polifemo il ciclope

Normale , la ram , ha sempre investito i soldini . In quale tasche (per propri intrressi ) , sono finiti?. Noi milazzesi , oltre il verde in città e l’aria semipura , dovremmo essere privilegiati in tante cose. Mi auguro che posss cambiare il sistema. Milazzesi , okkio ai sindaci , nn inciuci drl P D. Meglio nn votare , quello ke farò io . Altrimenti voto CARMELO FORMICA.