I carabinieri della  Stazione dei Carabinieri di Merì hanno ritrovato nel greto del torrente Mela sessanta vasi funerari in ottone, rame e bronzo provento di svariati furti avvenuto al cimitero comunale di Merì nei giorni scorsi. I militari erano stati allertati dal Comune di Merì che aveva segnalato il furto di svariati ornamenti funerari in materiale pregiato. «Gli sforzi investigativi hanno permesso l’individuazione di un vero e proprio deposito di metalli pregiati sottratti dai cosiddetti “predoni dell’oro rosso”, sul greto del torrente Mela», si legge in una nota. I vasi erano nascosti in un anfratto del greto, sotto terreno e materiale di risulta. I Carabinieri hanno scoperto un deposito di vasi da fiori ma anche numerose bobine di rame per un totale di quasi 700 chilogrammi di materiale pregiato. Appena saranno rintracciati i legittimi proprietari, provvederanno alla restituzione dei vasi funebri ritrovati all’interno del deposito.

 

Condividi questo articolo