Non era una leggenda metropolitana: non solo Giuseppe Saverio Baratta è stato arrestato dai carabinieri di Patti mentre festeggiava con i parenti il 41° compleanno, ma all’interno della casa affittata nel borgo marinaro di Vaccarella c’era anche una torta con su scritto “Buon compleanno latitante”. A pubblicare la foto è la Gazzetta del Sud. In un articolo a firma di Riccardo D’Amico si sottolinea che ieri, i carabinieri della Compagnia di Patti, guidati dal capitano Lorenzo Buschittari hanno estrapolato la fotografia della torta pubblicata sul profilo Facebook di uno dei parenti dell’ex latitante. Assieme al materiale contenuto in un pc sequestrato nell’alloggio di Milazzo ed altro materiale requisito in abitazioni di Brolo sarĂ  oggetto di riscontri, per capire chi, in realtĂ , abbia scattato l’istantanea. Giuseppe Saverio Baratta, ritenuto in passato legato al clan dei Tortoriciani, nel frattempo si trova rinchiuso nella casa circondariale di Messina Gazzi, dove deve scontare un residuo pena di 4 anni e 8 giorni per associazione di stampo mafioso.

Condividi questo articolo
1.015 visite