Riprende il campionato per l’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo che domani al PalaCocuzza affronterà la Nertos Cosenza nella prima giornata di ritorno del campionato di DNC girone I. I calabresi sono reduci dalla sconfitta nel derby contro Crotone mentre la squadra di coach Fiasconaro viene dal turno di riposo forzato a causa del rinvio della partita di giorno 28 Dicembre contro l’F.P. Sport Messina. Entrambe le squadre hanno bisogno di fare punti per muovere la classifica come ribadito da Nello Principato.

principato e fisconaro

Che tipo di avversario è la Nertos Cosenza?

É una squadra molto esperta e, anche se non ha un grande roster, ha un quintetto molto competitivo. Dovremmo cercare di limitare i loro tiratori che all’andata a Cosenza hanno fatto la differenza, infatti se lasciati liberi di tirare, hanno delle percentuali altissime. Noi però siamo in salute perciò cercheremo di giocarcela fino alla fine per vincere una partita fondamentale in questo momento.

Come sta la squadra? E in particolare quanto peserà l’assenza di Scozzaro che in questi mesi si è rivelato come uno dei giocatori più positivi?

Prima di tutto mi dispiace per il ragazzo in quanto ho insistito affinché rispondesse alla convocazione per l’All Star Game. La sua mancanza in questo momento è pesante in quanto si è rivelato, oltre che uno dei giocatori più positivi, anche uno di quelli più costanti. Sono comunque fiducioso che i giocatori che andranno a sopperire la sua mancanza daranno il massimo contributo considerando anche che Barbera cresce di giorno in giorno e che ultimamente ha ripreso ad allenarsi, anche se in sede separata, Alessandro Toto che è in via di recupero. Poi per il resto è in dubbio la presenza di Coppolino che è influenzato ma fortunatamente abbiamo recuperato Scilipoti e Li Vecchi ma la squadra ha lavorato bene durante la settimana dunque sono fiducioso. In pochi giorni si disputeranno due partite importanti per la nostra squadra.

Potrebbe rappresentare un problema giocare contro Messina a distanza di pochi giorni?

Se è un problema lo è per entrambi in quanto anche loro giocheranno a distanza ravvicinata. Forse sia noi che loro avevamo dei giocatori che avevano bisogno di rifiatare ( noi Li Vecchi e loro Cavalieri ) quindi se c’è stato un beneficio c’è stato per entrambi. Per il resto non cambia nulla diciamo che classifica alla mano sono alla nostra portato ma abbiamo imparato a nostre spese e ogni partita è una storia a se per cui non c’è niente di scontato.

Condividi questo articolo
524 visite