Termina con una sconfitta per Milazzo l’anticipo dell’11a giornata del campionato di DNC girone I che nel derby contro la Peppino Cocuzza a San Filippo del Mela non riesce a far sua la gara nel finale. Partita giocata punto a punto e molto equilibrata in cui l’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo, trascinata da una super prestazione di John Rath autore di 33 punti e 3 assist, ci ha provato fino alla fine fallendo nei secondi finali il tiro della potenziale vittoria. Primo possesso per la Peppino Cocuzza che però non concretizza ed è quindi Milazzo ad approfittarne che con Scozzaro realizza i primi punti del match. Le squadre si affrontano a viso aperto e le prime fasi di gara si svolgono in un sostanziale equilibro con i mamertini Rath e Li Vecchi sugli scudi. I primi 10 minuti di gara terminano con la Peppino Cocuzza avanti di 5 punti con il punteggio di 25-20.

rath

Comincia bene il secondo quarto la squadra di coach Fiasconaro che con Italiano e Scilipoti si porta subito sul -1. Ci pensa ancora Rath che parte dalla linea di fondo della propria metà campo superando diversi avversari prima di appoggiare a canestro i 2 punti del vantaggio milazzese. Coach Romeo richiama i suoi in panchina per riorganizzare le idee ma sul parquet prevale ancora una l’equilibrio tra le due formazioni. Si va all’intervallo lungo sul punteggio di 43-38. Inizia il terzo quarto e le squadre riprendono la gara da dove l’avevano interrotta con l’impressione che nessuna delle due squadre riesca a prevalere in maniera decisiva sull’altra. Alcune decisioni dubbie degli arbitri, non all’altezza dello spettacolo offerto al PalaCocuzza e qualche errore di troppo al tiro di Milazzo, consentono alla squadra di casa di accumulare progressivamente un vantaggio di 10 punti che costringe coach Fiasconaro al timeout quando mancano 4 minuti alla fine del terzo quarto. Il timeout però non sorbisce gli effetti sperati e la Peppino Cocuzza difende il vantaggio accumulato chiudendo il terzo periodo sul punteggio di 69-60. I mamertini ci credono e reagiscono veemente, incitati anche dal numeroso pubblico presente, e grazie a Scozzaro ed a uno strepitoso John Rath riescono a riportarsi in vantaggio a 3 minuti dal termine sul punteggio di 81-82. Gli ultimi minuti di gara sono molto concitati con la Peppino Cocuzza che, avanti di un punto, fallisce la tripla con Paggi che avrebbe posto fine alla gara. A 14 secondi dal termine della gara sul punteggio di 85-84, Milazzo ha quindi in mano la palla della potenziale vittoria, coach Fiasconaro chiama timeout e organizza l’azione. Palla a Rath che avanza e serve Agostino Li Vecchi che però scivola perdendo il possesso e consegnando di fatto la vittoria alla Peppino Cocuzza che allontana il pallone e fa suo il Derby.

 

Coach Fiasconaro nonostante l’ottimo ultimo quarto non siamo riusciti a vincere. Che gara è stata?

Siamo partiti sconvolgendo tutti i programmi perchè Hamidu Rahman non ha preso parte alla partita e lui rappresenta nel nostro sistema, sopratutto difensivo, un elemento importante e poi proprio contro la Peppino Cocuzza che secondo me non aveva lunghi che potessero contrastarlo quindi poteva essere potenzialmente devastante. Abbiamo sbagliato alcune situazioni tattiche concedendo 20 punti non tanto perché loro sono stati bravi, e lo sono stati in tante occasioni, ma perché noi abbiamo sbagliato le fasi difensive e questo purtroppo è nostro mea culpa. Quando abbiamo trovato la difesa giusta per contenere il loro giocatore che costruiva il gioco, cioè Paggi, li abbiamo recuperati ma anche difendendo bene abbiamo concesso due rimbalzi offensivi fondamentali che ci sono costati caro. É chiaro poi quando recuperi la partita e fallisci tre quattro occasioni diventa difficile. Inoltre hanno pesato una serie di episodi sfavorevoli che alla fine chiaramente in una partita giocata punto a punto ci hanno condizionati. Voglio fare un plauso a tutti i miei giocatori anche se dobbiamo evitare lo sterile nervosismo che diventa deleterio per il bene della squadra e del gruppo. I ragazzi comunque ci hanno provato nel momento in cui eravamo più in difficoltà e questa è una grande prova di orgoglio, di crescita prima ancora che di maturità perché quella si raggiungerà col tempo. Sono molto dispiaciuto del risultato perché avevamo trovato la giusta chiave di lettura ma purtroppo non siamo riusciti a vincere quindi vedremo di sistemare le cose che non vanno. Gli arbitri purtroppo non sono stati all’altezza dello spettacolo offerto dalle squadre.

Che ne pensa dell’arbitraggio?

Io non mi lamento mai degli arbitraggi, sbagliano come sbagliano gli atleti in campo anche in questa categoria. Purtroppo in questa partita sono stati molto fiscali con noi, un po’ meno con loro, qualche fallo dubbio e poi quello che più mi ha lasciato l’amaro in bocca sono i falli non fischiati su Agostino Li Vecchi che teoricamente è il giocatore su cui gli arbitri non dovrebbero avere nessun tipo di condizionamento. In ogni caso la partita l’abbiamo approcciata male all’inizio e abbiamo perso dei rimbalzi fondamentali, merito a San Filippo che è stata brava in alcuni momenti e fortunata in altri.

Centro Convenienza Peppino Cocuzza vs Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo 85 – 84 (25-20) (18-18) (26-22) (16-24)

Centro Convenienza Peppino Cocuzza: Paggi 11 (4/10, 2/5); Carpinteri 19 (5/12, 0/3); Pandolfi 23 (8/16, 3/8); Luzza 25 (9/12, 0/0) Laganà 5 (2/7, 0/1); Kipa (0/2, 0/1); Paulesu n.e.; Rizzo n.e.; Cocuzza (0/0, 0/0); Colica 2 (1/1, 0/0).

Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo: Sofia 4 (1/4, 0/2); Scilipoti 8 (3/5, 0/0); Rath 33 (11/21, 4/9); Scozzaro 11 (4/11, 0/1); Amato 3 (1/8, 1/8); Barbera (0/1, 0/0); Coppolino (0/2, 0/2); Rahman n.e.; Italiano 10 (5/8, 0/2); Li Vecchi 15 (5/9, 3/5).

Condividi questo articolo
293 visite