La 7a giornata del campionato di D.N.C. girone I non sorride all’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo che, nonostante abbiamo mostrato segni di ripresa sopratutto per quanto riguarda l’aspetto psicologico, esce sconfitto dal PalaSerranò e continua il momento negativo dal punto di vista dei risultati per la formazione di coach Massimiliano Fiasconaro. Fatale ai fini del risultato la fase centrale del match in cui lo Sport è Cultura Patti ha fatto registrare due parziali importanti che gli hanno permesso di vincere il derby. Primo possesso per Milazzo che con Scozzaro realizza i primi punti del match a cui risponde subito Jovic per i pattesi. Il primo quarto si gioca in un sostanziale equilibrio in cui si segna con continuità da entrambe le parti. L’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo tiene il match con Scozzaro sugli scudi con 11 punti segnati, e termina il quarto sul +1. Cambia il copione nel secondo quarto in cui, complici diversi errori al tiro per Milazzo, lo Sport è Cultura Patti prende le redini del gioco e si porta avanti nel punteggio grazie ai punti decisivi di Evotti, Bolletta e Ciman. Il Milazzo a questo punto non riesce a tenere il ritmo e Patti ne approfitta rifilando un parziale di 27-11 e le squadre vanno all’intervallo lungo con i padroni di casa avanti di 15 punti e punteggio sul 55-40. Al ritorno dagli spogliatori la squadra di Sidoti si mostra compatta e continua la partita da dove l’aveva lasciata e incrementa ulteriormente il vantaggio. Gli errori costano cari ai mamertini che si trovano sotto di 18 punti quando restano solo 10 minuti di gara. L’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo cerca di reagire e gioca un ottimo ultimo quarto ma il gap accumulato nella fase centrale del match è fatale ai fini del risultato per i ragazzi di coach Fiasconaro a cui non basta un’altra super prestazione di John Rath, autore di 23 punti e 5 assist, e devono arrendersi con la partita che termina 82-75. In Sala Stampa al termine del match coach Fiasconaro si mostra comunque positivo e traccia la sua personale analisi sulla partita di ieri: “Partita interpretata molto bene e giusta programmazione, nel senso che abbiamo voluto essere più convinti e più aggressivi in attacco scegliendo razionalmente i tiri gestendoli meglio. Siamo partiti bene facendo subito canestro con Scozzaro e proseguendo poi con grande continuità ma purtroppo non siamo riusciti ad arginare la transizione offensiva del Patti. Il punteggio altissimo del primo quarto è un segnale di una buonissima prova in attacco ma è chiaro che significa anche che alcune situazioni difensive andavano migliorate. Purtroppo il terzo fallo di Rath e quindi l’ingresso di Paride Spanò, playmaker di grande talento ma ancora giovane, la gestione dei cambi e la bassa percentuale realizzativa dall’arco dei 3 punti, ci ha costretto ad un parziale con un passivo pesante. Abbiamo tentato anche di modificare la nostra fase difensiva che è migliorata quando abbiamo usato la zona o il match-up e siamo riusciti a portare lo svantaggio a meno della doppia cifra ma non abbiamo completato la rimonta perché purtroppo il tiro da 3 punti, che in queste situazioni ti permette di recuperare più facilmente sopratutto la condizione psicologica, non ha funzionato. Sono comunque molto contento per una serie di cose, sopratutto per la gestione dell’umore quando il parziale si era fatto veramente pesante, infatti i ragazzi hanno reagito tutti bene e ancora una volta ho avuto segnali positivi che la situazione può migliorare quando e sopratutto incontreremo le squadre più abbordabili. Purtroppo il calendario non ci ha aiutato fin ora in quanto abbiamo incontrato quasi tutte le migliori formazioni del girone con solo due partite casalinghe e ben quattro in trasferta. Adesso non dobbiamo perdere strada sopratutto in casa, perché abbiamo il tempo e il modo per poter recuperare quanto fin adesso abbiamo perso.

Sport è Cultura Patti – Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo 82-75 (28-29) (27-11) (18-15) (9-20)

Sport è Cultura Patti Mori 4, Lumia, Ciman 21, Sidoti 12, Jovic 14, Evotti 16, Gullo 4, Bolletta 10, Ettaro, Mazzullo 1.

Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo Sofia 11, Rath 23, Rahman 7, Scozzaro 16, Amato, Spanò, Cassisi 4, Coppolino, La Spada n.e., Li Vecchi 13.

Condividi questo articolo
491 visite