Continua il momento non particolarmente felice per l’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo che domenica sarà impegnata sul difficile parquet del PalaSerranò contro l’ambiziosa Sport è Cultura Patti. Si prospetta una partita combattuta con i pattesi, reduci dalla vittoria esterna contro la New Team 2000 Crotone, che vorranno proseguire la loro marcia per non perdere ulteriore terreno sulle squadre di testa e i mamertini che faranno del loro meglio per invertire un trend negativo che li ha visti perdere le ultime 3 partite contro Reggio Calabria, Siracusa e Cefalù. Martedì 18 novembre, invece, ad attendere il team mamertino insieme alla Nuova Agatirno, società di serie C2 Regionale, e alla Cestistica Torrenovese che milita in serie D, sarà al triangolare organizzato dal Comune di Torrrenova per festeggiare i trent’anni dell’indipendenza. La coppa dell’indipendenza si terrà presso il Palatorre di Torrenova dalle ore 18.00. Ospite speciale della serata sarà l’Upea Orlandina Basket, società che affronta il campionato di serie A1. Il direttore sportivo Nello Principato, intanto, pensa all’incontro di domenica.

Come sta la squadra in vista del match contro la “Sport è Cultura Patti”?

La squadra migliora sempre più, e domenica finalmente potremmo schierare Alessio Cassisi che ha recuperato dall’infortunio. Purtroppo dobbiamo registrare l’assenza di Italiano e Scilipoti che non saranno della partita.

Cosa serve alla squadra per invertire questo trend negativo?

Alla squadra serve tranquillità e un po’ di autostima. D’altronde, Siracusa a parte, dove abbiamo buttato la vittoria, il calendario ci ha messo di fronte finora i team che si sono rinforzati più degli altri spendendo molto, mentre noi abbiamo all’80% lo stesso roster dello scorso anno e con un budget limitato. Sapevamo dall’inizio che non avevamo una squadra per vincere il campionato, anche se sono convinto che parecchie soddisfazioni ce le toglieremo e l’abbiamo dimostrato già contro la Costa D’Orlando facendo un mezzo miracolo. Domenica incontreremo un’altra pretendente al salto di categoria, visto che è stata rifondata al 100% con innesti di categoria superiore, ma noi faremo del nostro meglio per giocarci la partita.

Patti è reduce dalla vittoria esterna contro la New Team 2000 Crotone. Cosa ne pensa dei nostri prossimi avversari?

Patti è una squadra temibile che rispettiamo ed ha un allenatore esperto che è Sidoti ma noi andremo per giocare alla pari. La scorsa domenica, cosi come contro la Costa d’Orlando, il Palacocuzza ha fatto registrare un significativo afflusso di pubblico.

Cosa ne pensa dell’ambiente che si sta creando?

Il ritorno dei nostri tifosi è al momento la vittoria più significativa e speriamo di ripagarli al più presto con qualche altra performance.

Condividi questo articolo
498 visite