L’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo esce sconfitta dal PalaBotteghelle 90 – 59 non riuscendo a fermare la corazzata Vis Reggio Calabria. Troppo ampio il divario tecnico tra le due squadre frutto sopratutto di un secondo quarto dove i mamertini hanno subito un parziale di 25-8. La migliore Vis della stagione porta a casa la terza vittoria in altrettante giornate che consente di mantenere la vetta della classifica insieme a Cosenza e Cefalù, tutte a punteggio pieno. Dopo un primo quarto equilibrato, terminato con un divario di 4 punti tra le due squadre ( 21-17 ), i reggini hanno preso le redini del gioco aumentando progressivamente il vantaggio. Un devastante parziale di 13-0 a inizio secondo quarto ha di fatto incanalato la gara, dato che nel secondo tempo i calabresi si sono limitati a gestire semplicemente il punteggio. A nulla sono valsi gli sforzi dei milazzesi che, nonostante un secondo tempo sostanzialmente più equilibrato, non sono riusciti ad arginare i bianco-amaranto. La grande serata dei padroni casa è testimoniata dai ben 4 giocatori in doppia cifra ( Zampogna, Grasso, Warwick e Tramontana ) che hanno martellato la retina con continuità dimostrando, ancora una volta, di essere una tra le più forti squadre del girone. Tra le poche note positive della serata registriamo la prima gara ufficiale di Hamidu Rahman che in 26 minuti ha messo a segno 18 punti, 5 rimbalzi, 1 assist ma anche 5 palle perse.

Massimo Fiasconaro

Dura autocritica da parte di Coach Fiasconaro che commenta cosi nel post partita la prestazione dei suoi: “Abbiamo sbagliato tutto, dall’atteggiamento al modo di seguire il match. Siamo stati troppo superficiali anche se, non a giustificare la nostra prestazione, Reggio Calabria è la squadra che secondo me può ambire a vincere il campionato: sono forti in ogni ruolo e sopratutto fisicamente sono di un altro livello e preparati molto bene tatticamente. Noi dovevamo essere più cinici e più pronti invece siamo stati superficiali e presuntuosi tranne nei primi 6-7 minuti del primo quarto dove abbiamo giocato bene. Successivamente ci siamo fatti prendere dalla loro aggressività, abbiamo subito il loro contatto fisico e si sono aggiunte anche decisioni arbitrali determinate dal fatto che questi direttori di gara, probabilmente, non sono pronti ad arbitrare squadre con americani come il nostro. Poi siamo completamente calati a livello di atteggiamento psicologico e progressivamente, punto a punto, hanno scavato un divario per noi incolmabile. Il fatto che avevamo preparato il match per difendere sulla loro caratteristica primaria, che è il contropiede, e che abbiamo perso 16 palloni significa che siamo stati davvero poco applicati. Questa settimana pensavo di far riposare la squadra, visto il turno di riposo, invece mi trovo costretto ad aumentare il numero e l’intensità degli allenamenti perché è chiaro che contro squadre di questo livello siamo in difficoltà.” AGGIORNAMENTO. L’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo, comunque, sta correndo ai ripari con dei riforzi. Stamane è stato tesserato il centro Alessio Cassisi. L’atleta, protagonista delle ultime due promozioni con la società mamertina, è stato assente per motivi di lavoro, ma da subito sarà a disposizione dello staff tecnico garantendo il suo valido supporto, specie sotto canestro, sin dalla prossima gara utile. ALESSIO CASSISI Ruolo: Centro Nato il: 10/09/1987 Altezza: 192 cm

VIS REGGIO CALABRIA – AMENDOLIA ASSICURAZIONI BASKET MILAZZO 90 – 59 (21-17; 26 – 8; 25-16; 18-18)

VIS REGGIO CALABRIA Zampogna 17, Grasso 18, Carnazza 6, Pellegrino Yasakov 9, Warwick 17, Barrile 2, Di Dio Busà, Tramontana 14, Viglianisi 7. Coach: Gaetano D’Arrigo.

AMENDOLIA ASSICURAZIONI BASKET MILAZZO Sofia 2, Amato 3, Rath 9, Rahman 18, Li Vecchi 8, Coppolino 4, Scilipoti 2, Scozzaro 8, Italiano 4, Amendolia 1. Coach: Massimiliano Fiasconaro

Condividi questo articolo