Si preannunciava un match combattuto contro una squadra ostica e difficile costruita con l’obbiettivo della vittoria finale e le aspetative non sono state deluse. Il folto pubblico che ha spinto i giocatori mamertini per tutto il tempo non è andato a casa deluso grazie alla vittoria raccolta dai patroni di casa nei minuti finali del match. Il primo possesso è per Milazzo che realizza con Simone Sofia su assist di Rath seguiti da altri due punti di Agostino Li Vecchi. La Costa D’Orlando segna i suoi primi 2 punti con Dominuez dopo una palla persa in attacco da Milazzo. È il play orlandino Antonio Fazio a trovare il momentaneo pareggio che però viene reso vano da Rath che con una tripla a 7 minuti dalla fine del quarto porta in vantaggio i suoi. La Costa D’Orlando si riporta a -1 grazie ai liberi di Vazzana, dall’altra parte anche liberi per Simone Sofia che riporta il vantaggio a +3 con il suo 2/2. É ancora Vazzana a ricucire lo strappo e sempre su palla persa dai padroni di casa in attacco. Tanti gli errori in attacco dei ragazzi di Coach Fiasconaro con Vazzana che non perdona: dalla lunetta e con una tripla porta sul +5 Capo D’Orlando. Successivamente le due chiamate dubbie da parte dell’arbitro, passi di Li Vecchi e fallo in sfondamento di Rath, costringono Coach Fiasconaro al time-out. Al rientro dal time-out questa volta è capo D’Orlando a perdere un possesso in attacco e sul capovolgimento il ferro sputa la tripla di Amato. Dall’altra parte Vazzana si si dimostra ancora infallibile realizzando 2/2 aumentando il vantaggio portandolo a +7. Ci pensa Rath, mettendosi in proprio, andando ad appoggiare a canestro il pallone che riduce il distacco. La tripla finale sulla sirena dei padroni di casa chiude il 4 sul punteggio di 19-21. Fallo sul tiro di Rath che comincia il quarto con due tiri dalla lunetta mettendone a segno solamente 1. È una fase nervosa del match spezzata dai punti di Antinori e Rath. Per la Costa D’Orlando realizza Dominguez che porta il punteggio sul +3 per Capo. Palla rubata da Rath e coast-to-coast fino al canestro per il -1. Ancora una palla recuperata dai mamertini ma vengono fischiati passi a Rath e Capo recupera la palla. Milazzo a rimbalzo si dimostra superiore, ribaltando l’azione mandando a canestro prima Li Vecchi e poi Scozzaro per il 30-27 e time-out per coach Condello quando mancano 4:34 all’intervallo lungo. All’uscita del time-out la musica non cambia Li Vecchi a rimbalzo fornisce l’assist per la tripla di Italiano che frutta il +6 di Milazzo. Ci pensa Dominguez con il sottomano ad accorciare le distanze 33-29. Le due squadre nei minuti finali del secondo quarto sbagliano tanto da entrambe le parti e coach Condello vuole ragionarci un po’ su chiamando il time-out. Alla ripresa subito tripla di Rath che riporta il vantaggio sul +7 per i milazzesi. Dopo diversi errori in attacco torna a segnare anche la Costa D’Orlando con il numero 22 Dominguez per il 36-31. Stoppato fazio ma rimbalzo in attacco per la Costa che mette a segno la tripla con Sgrò da posizione lontanissima che conclude il secondo quarto con il risultato finale di 36-34. Primi punti del terzo quarto per il numero 33 Marinello che porta gli orlandini sul +1, 36-37. Sofia riporta i mamertini in vantaggio ma nella seguente azione liberi per Dominguez che fa 1/2 e pareggia i conti. Sofia riporta in vantaggio Milazzo e sull’azione successiva Li Vecchi recupera un rimbalzo e fa l’assist per il gioco in post basso di Sofia che con un sottomano ridà 4 punti di vantaggio ai milazzesi e costringe coach Condello al time-out quando mancano 4:32 alla fine del terzo quarto. Al rientro dal time-out palla persa in attacco dagli ospiti e occasione per i padroni di casa di incrementare il vantaggio che si conclude per l’errore in attacco di Sofia che sul ribaltamento di fronte è reo di un fallo antisportivo su Vazzana. Il numero 18 dell’Irritec mette a segno entrambi i liberi. Palla recuperata da Li Vecchi che sul tentativo di tiro trova altri due tiri liberi, realizzandoli entrambi. Ennesimo rimbalzo catturato da Li Vecchi che segna una tripla sul bel pick n roll di Rath chiamato continuamente da Coach Fiasconaro. Tripla di Amato su assist di Rath e tripla anche dall’altra parte con Marinello. Errori da entrambe le parti e punteggio che resta fisso sul 56-51 e finisce il terzo quarto. Al rientro la Costa D’Orlando trova subito la possibilità di correre in attacco con un appoggio a canestro di Fazio con un tiro aggiunto per fallo di Amato che mette a segno anche il libero. Ancora una corsa in attacco per la Costa D’Orlando che trova il pareggio sul 56-56 facendo scattare l’ira di Coach Fiasconaro che richiama i suoi i “panca” per un time-out. La strigliata fa bene ai ragazzi che segnano subito con Scozzaro e difendono bene dall’altra parte catturando un rimbalzo con Li Vecchi e segnando con Rath che subisce anche il fallo andando in lunetta per il tiro libero messo ovviamente a segno. Tripla di Vazzana che riporta gli orlandini sul -2 e ancora una volta la Costa ruba palla in difesa e pareggia i conti. Ci vuole una grande tripla di Amato per riportare avanti l’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo quando mancano 7 minuti alla fine della partita. La Costa d’Orlando sbaglia molto sotto canestro e ci vuole una penetrazione di Fazio con il tiro libero aggiuntivo per far muovere il risultato. La stanchezza e l’umidità si fa sentire quando mancano 5 minuti scarsi alla fine del match e gli errori cominciano a moltiplicarsi da una parte e dall’altra, il punteggio rimane fermo sul 64 pari. A rompere gli equilibri ci pensa una tripla di Marinello pareggiata da Scozzaro per i milazzesi. Tecnico fischiato a Scilipoti con Vazzana che realizza il libero concesso ma successivamente la palla persa sulla rimessa laterale porta al tiro Milazzo che però sbaglia quando mancano 3 minuti e mezzo alla fine del match. Il quinto fallo di squadra fischiato ai giocatori di Coach Fiasconaro non frutta punti agli avversari perchè ma Antinori fa 0/2 dalla lunetta. Un’altra tripla di Scozzaro che fa davvero male alla difesa orlandina riporta in vantaggio Milazzo che conquista anche il rimbalzo successivo grazie alla difesa dura dei suoi lunghi e in un amen si ritrova in attacco dove Scozzaro viene fermato fallosamente sottocanestro. Si riprende con una rimessa in attacco e l’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo va in lunetta con Simone Sofia che fa 2/2 quando mancano un minuto e 20 alla fine del match. La Costa D’Orlando non ci sta e il playmaker Antonio Fazio va a segnare con una bella azione subendo anche il fallo e realizzando il tiro libero del -1. L’ultimo minuto del match diventa cosi infuocato non solo per il clima rovente del Palacocuzza ma anche per l’equilibrio che regna sul parquet con Agostino Li Vecchi che si conquista altri due tiri liberi segnandoli entrambi. La reazione dei ragazzi di coach Condello è rabbiosa: Marinello trova un fallo che lo manda in lunetta per il 2/2. A 34 secondi dalla fine il punteggio sorride ai padroni di casa per un solo punto e i due Coach vogliono organizzare gli ultimi attacchi chiamando un time-out. Al rientro in campo la fatica fa sbagliare entrambe le squadre sotto canestro ma è Milazzo a trovare il guizzo giusto con un fallo subito da Sofia a rimbalzo e successivi tiri liberi ( 1/2 ). Ancora time-out a 8 secondi dal termine sul punteggio di +2 per i padroni di casa, con la Costa d’Orlando che ha la palla per il pareggio o per la vittoria. Milazzo decide di fare subito fallo e mandare in lunetta Fazio che realizza solo uno dei due liberi. Ancora time-out a 6 secondi dal termine sul punteggio di 75-74. Anche Capo D’Orlando decide di fare subito fallo e mandare in lunetta Agostino Li Vecchi che non sbaglia e porta il punteggio sul 77-74 e con il tiro della Costa che si infrange sul ferro si conclude il match.

Condividi questo articolo