Stop alle tariffe selvagge proposte da tassisti e conduttori di auto a noleggio (ncc) dala stazione al Porto di Milazzo. La Provincia di Messina, nell’ambito delle competenze trasferite con l’istituzione dell’Area metropolitana, d’intesa col Comune di Milazzo, ha fissato la tariffa che potrà essere richiesta dai titolari di licenza di noleggio con conducente operanti a Milazzo per gli spostamenti verso la stazione, l’ospedale o il porto. Ecco il dettaglio: Stazione – porto (10 euro per singola corsa) Stazione – ospedale (6 euro) Ospedale – porto (11 euro) Alla tariffa – che vale anche in caso di trasporto di più persone – va aggiunta la maggiorazione di due euro se la corsa è effettuata in giorno festivo o in orario notturno (dalle 22 alle 6), mentre c’è il supplemento di un euro per ogni bagaglio superiore alle misure standard, da sistemare nel cofano posteriore della vettura. Gli uffici di palazzo dei Leoni provvederanno a consegnare ad ogni operatore i tariffari che dovranno essere esposti in modo ben visibile all’utenza all’interno dell’autovettura, mentre il Comune do-vrà sistemare cartelli fissi informativi presso le località di sosta dei mezzi adibiti al servizio. “Con questa regolamentazione – ha affermato il sindaco Carmelo Pino – si mette ordine in un set-tore che da sempre ha registrato una totale anarchia, con numerose lamentele degli utenti per le ta-riffe applicate dai vari operatori”.

Stazione di milazzo

L’ARGOMENTO è molto sentito in città. Nei giorni scorsi un nostro lettore, Giuseppe, aveva scitto alla mail redazione@oggimilazzo.it per sollevare il problema: « Volevo chiedere come mai nessuno si è mai occupato del problema taxi a Milazzo – ha scritto – In nessun paese al mondo ci sono solo ncc con prezzi a simpatia e comunque esagerati. Non è qualcosa che riguarda solo i turisti, basti pensare al pensionato che deve recarsi in ospedale per una visita o vuol farsi accompagnare da amici o altro, e che deve quindi avventurarsi su un pullman oppure chiedere favori per un passaggio, o in terza analisi “accordarsi” per un prezzo con un ncc. Non sarebbe normale pagare in base al tassametro con una tariffazione legale e onesta? Spero che OggiMilazzo si occupi di questa ulteriore vergogna che dura nei secoli. Saluti, Giuseppe».

 

Condividi questo articolo
1.059 visite

1
Rispondi

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Silvia Luciani Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Silvia Luciani
Ospite
Silvia Luciani

Mi dispiace dover osservare – e si tratta di esperienza personale vissuta con molto stress il 3 ottobre scorso – che le tariffe non vengono affatto rispettate. I tassisti al porto di Milazzo chiedono molto di piu’ dei 10 Euro fissati dalla provincia. Non ci sono i cartelli che il comune avrebbe dovuto mettere al porto come alla stazione. Quindi, sono d’accordo con Giuseppe: è proprio una vergogna!