Anche ieri l’aria che gli abitanti di di Milazzo e del comprensorio del Mela era “pulita”. I dati diffusi poche ore fa dall’Arpa di Messina, diretta da Antonio Marchese, hanno ridimensionato le preoccupazioni della popolazione preoccupata per l’enorme nube di fumo che da venerdì notte si alza dalla Raffineria di Milazzo per via dell’incendio che ha interessato il serbatoio 513. L’Agenzia regionale per la Protezione Ambiente ha comunicato che domani “saranno forniti altresì i valori della media giornaliera dei dati di PM10 per il 29/9/2014, così come previsto dalla norma, mentre rientrano nei limiti della media giornaliera i dati di PM10 del 28/09/2014”. Questo il testo integrale: “Si comunica che i dati relativi alI’oggetto comunicati dalla Provincia Regionale di Messina e relativi alle Centraline della rete di monitoraggio di qualità dell’aria posizionate nei comuni di Milazzo, Valdina, S.Filippo del Mela, S.Pier Niceto e Pace del Mela relativi ai parametri S02-NO-N02-NOX-03-CO-‘ PM10 e quelli delle centraline di Arpa Sicilia (Termica) del Comune di Milazzo relativi ai parametri Benzene-CO-N02-03-PM10 e (Contrada Gabbia) del Comune di Pace del Mela relativi ai parametri S02-N02-Benzene, non hanno rilevato fino alle ore 11 di oggi nessun valore anomalo di concentrazione degli inquinanti monitorati né alcun valore superiore ai limiti di legge. Si rappresenta che in data 30/09/2014 (DOMANI per chi legge, ndr) saranno forniti altresì i valori della media giornaliera dei dati di PM 10 per il 29/09/2014, così come previsto dalla norma, mentre rientrano nel limiti della media giornaliera i dati di PM10 del 28/09/2014 -(16,0 ug/ m3)”.

Condividi questo articolo