Venti chili di tonno rosso nascosti in una rete a Capo Milazzo. Il personale della Guardia Costiera di milazzo ha sequestrato numerosi esemplari di tonno rosso: erano di taglia notevolmente inferiore a quella prescritta dalla vigente normativa comunitaria che prevede una lunghezza minima di 115 cm ovvero un peso non inferiore a 30 kg. I tonni, individuati dai militari del gommone della Guardia Costiera, GCA 64 erano custoditi all’interno di un retino ed agganciato a dei galleggianti a circa un miglio da Capo Milazzo. Il pescatore sportivo che li ha catturati aveva, probabilmente, l’intenzione di recuperare detto pescato in ore notturne in modo da sfuggire ai controlli. Sull’episodio è stata redatta una informativa ed il prodotto sequestrato, d’intesa con la stessa Procura della Repubblica, e dopo i controlli del servizio veterinario del distretto di Milazzo dell’Asp 5 di Messina che lo ha ritenuto idoneo al consumo alimentare, è stato devoluto in beneficenza ad una associazione benefica locale.

Il sequestro del tonno rosso

Condividi questo articolo