Entro lunedì i milazzesi dovranno pagare l’Imu relativa alla seconda casa, con l’agevolazione prevista nei casi in cui l’immobile viene concesso in comodato tra parenti di primo grado (dai genitori ai figli). La prima rata della Tasi (ex Tares, tassa sui rifiuti), invece, a Milazzo si pagherà entro il 16 ottobre e non, come inizialmente previsto, entro il 16 giugno.

La giunta Pino ha, infatti, istituito il nuovo tributo, anche se il provvedimento è ancora al vaglio del commissario straordinario e del Collegio dei Revisori dei Conti. La proposta della giunta è quella dell’applicazione dell’aliquota dell’1,7 per mille (massimo applicabile 3,3) sulle prime abitazioni e dello 0,8 sulle seconde abitazioni. La quota a carico degli inquilini è stata fissata al 15 per cento.  L’assessore alle Finanze, Pippo Midili ha reso noto che rispetto allo scorso anno è rimasto invariato il tributo relativo allo smaltimento dei rifiuti (Tari) e che non subirà alcun aumento.

 

Condividi questo articolo
646 visite