Ieri sera sono stati ritrovati i resti di una tartaruga caretta-caretta lunga quasi un metro che galleggiava nel mare di ponente, nell’area antistante il lido Open Sea (alle spalle di San Papino). A recuperare la tartaruga, nella speranza che fosse ancora viva, è stato il biologo Carmelo Isgrò, amante del mare e presidente dell’associazione Dugongo team. Isgrò ha immediatamente allertato il dottore Giovanni Insacco del Centro recupero fauna selavatica di Comiso e la dottoressa Monica Blasi del Centro recupero fauna selvatica di Filicudi. Sul posto è intervenuta anche la Capitaneria di Porto.

La tartaruga ritrovata a Ponente

Stamattina la tartaruga è stata presa in consegna dagli uomini dell’Istituto Zooprofilattico di Palermo. «Mi sono immerso per recuperare la tartaruga in quanto pensavo fosse ancora viva e si potesse fare qualcosa per salvarla – racconta Isgrò, conosciuto da molti con il nickname di Capitan Melo – si trattava di un esemplare adulto, il solo carapace era lungo 70 centimetri». Le cause della morte saranno note solo dopo gli esami dell’istituto palermitano. Guarda il video del recupero pubblicato su facebook:

Pubblicazione di Capitan Melo.

Condividi questo articolo