E’ stato pubblicato il terzo Rapporto di Sentieri­ – Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento, il progetto finanziato dal Ministero della salute e coordinato dall’Istituto superiore di sanità (ISS) che ha come obiettivo lo studio del rischio per la salute nei 44 siti di interesse nazionale per le bonifiche (SIN). Questo terzo volume, frutto della collaborazione tra ISS e Associazione italiana del registri tumori (AIRTUM), si è sviluppato nel solco delle indicazioni di approfondimento prospettate nel rapporto del 2011. L’ Istituto superiore della Sanità, sulla scorta delle risultanze,  ritiene opportuno che «a Milazzo venga promosso un programma di stima dell’ esposizione, con particolare riferimento a polveri, idrocaruburi policiclici aromatici, metalli pesanti, composti organici volatili e composti organo alogenati, e che su queste basi si valuti l’ esistenza di elementi di supporto di una componente ambientale dell’ eziologia di alcune neoplasie e delle patologie renali che risultano in eccesso». Allo studio della mortalità nei SIN si affiancano le analisi di due importanti parametri: i ricoveri ospedalieri e l’incidenza dei tumori. La parte che riguarda il Sin Milazzo con le relative tabelle è contenuta dalla pagina 85 alla pagina 90 (CLICCA QUI PER LEGGERE IL RAPPORTO).

Allo studio della mortalità nei Sin affianca, infatti, due importanti parametri: i ricoveri ospedalieri e l’ incidenza dei tumori. L’analisi dell’ incidenza oncologica è relativa al periodo 1996-2005, una prima analisi dei dati di ospedalizzazione relativi al periodo 2005-2010. Il tumore della tiroide che ha registrato un incremento su tutto il territorio nazionale (Brescia e Mantova +70%), mentre anche per alcune aree urbane non incluse nei Sin come Milano la crescita ha sfiorato il 200 per cento riferiti all’ ultimo decennio. Per quanto riguarda Milazzo i dati registrano +24% per gli uomini e +40% per le donne nel caso dei tumori e +55%, +24% se si fa riferimento ai ricoveri ospedalieri. Il territorio costituito da 3 Comuni (Milazzo, San Filippo del Mela e Pace del Mela) con una popolazione complessiva, al censimento 2011, di 45.599 abitanti, presenta invece stando alle tabelle pubblicate, altri dati migliori rispetto al precedente Rapporto. Mortalità. “La mortalità generale osservata negli uominisi legge – è inferiore ai valori attesi, dai quali non si discostano le donne. In entrambi i generi la mortalità per tutti i tumori, le malattie del sistema circolatorio, del sistema respiratorio e dell’ apparato digerente non si discostano dall’ atteso. Le malattie dell’ apparato genitourinario sono in eccesso negli uomini, non si discostano dall’ atteso nelle donne. Nello stesso genere si osservano difetti per morbo di Parkinson, cardiopatie ischemiche, infarto miocardico, cirrosi e altre malattie croniche del fegato. Si segnalano nelle donne difetti per diabete mellito, infarto e malattie respiratorie acute”. Incidenza oncologica. In entrambi i generi l’ incidenza tumorale totale non si discosta dai valori attesi. Negli uomini si osservano difetti per il tumore del fegato e della laringe, nelle donne per i tumori dello stomaco. Ricoveri. In entrambi i generii ricoveri per tutte le cause non si discostano dall’ atteso. E’ presente un difetto per le malattie infettive e parassitarie. Nelle donne si osserva un eccesso dei ricoveri per tutti i tumori maligni, mentre sono in difetto i ricoveri per le malattie del sistema circolatorio.

 

Condividi questo articolo
655 visite