Un “semaforo dinamico” e “sportelli intelligenti” negli uffici postale di Milazzo e Olivarella. Si conclude oggi la “sei giorni” in cui Poste Italiane ha lanciato l’iniziativa “Vediamoci in Poste”: un nuovo canale di dialogo fra i cittadini e l’Azienda con l’obiettivo di favorire il miglior accesso ai servizi offerti dall’ufficio postale. Dal lunedì 5 maggio al 10 maggio negli uffici postali di Milazzo, Olivarella, Patti, Sant’Agata MIlitello e Capo d’Orlando è stata allestita un’apposita area dalla quale lo staff ha dialogato con il cliente, raccontando le novitĂ  nell’organizzazione e ascoltandone le specifiche esigenze, accogliendo osservazioni e suggerimenti.

l’iniziativa delle Poste organizzata a Olivarella

I clienti hanno trovato anche un “semaforo dinamico”, un utile strumento pensato per aiutare il cliente a scegliere i giorni e gli orari di minore affluenza nell’ufficio postale Il “semaforo dinamico” indica le previsioni dei flussi mensili di clientela sia per singolo giorno che per fasce orarie, evidenziate con tre colorazioni differenti in base all’affluenza prevista. Il verde indica giorni e orari in cui si prevede minor affluenza della clientela, il giallo specifica la possibilitĂ  di un numero di clienti e una conseguente attesa appena superiori alla media, mentre il rosso prevede probabili picchi di affluenza. Accanto a queste informazioni, è disponibile anche una mappa con gli uffici postali piĂą vicini e relativi indirizzi e orari di apertura, al fine di consentire ai cittadini una scelta alternativa. «“Vediamoci in Poste” – si legge in un comunicato – è l’occasione per informare, con un contatto diretto, i clienti sulle novitĂ  degli uffici postali. Sono infatti stati realizzati sportelli dedicati al pagamento dei bollettini, lo Sportello Amico. Il giovane, il pensionato, il professionista, l’artigiano, il cittadino straniero, la famiglia o chiunque desideri ricevere un’informazione, chiedere consiglio o supporto o fornire un suggerimento, potrĂ  recarsi presso l’ufficio postale e nell’area di “Vediamoci in Poste” trovare accoglienza e attenzione».

 

Condividi questo articolo
866 visite