GUARDA IL VIDEO. A scontrarsi contro l’italiana Emma sarà la cantante spagnola Ruth Lorenzo. Sul palco dell’Eurofestival, idealmente, però, ci sarà anche il ballerino milazzese Giuseppe Di Bella, protagonista del video “Dancing in the Rain”, canzone che sarà proposta a Copenaghen, la città che ospiterà l’evento. Ruth Lorenzo, già concorrente di X Factor, è la candidata spagnola all’Eurovision Song Contest 2014 (il “Sanremo” d’Europa), Di Bella, 27 anni, invece, in terra iberica balla nei programmi tv nazionali (da Balla con le stelle a Tale e Quale) ed è un idolo delle ragazzine che lo aspettano sotto casa per un autografo o una foto  (la sua notorietà può essere paragonata a quella che ebbe qualche anno fa il ballerino albanese Kledì ad Amici di Maria De Filippi). Qualche anno Di Bella fa era volato a Madrid con il progetto Erasmus dell’università di Messina e la sua vita è cambiata. (clicca qui per leggere la sua storia).

Giuseppe Di Bella con Ruth Lorenzo

Il video lo abbiamo girato in due giorni – racconta Peppe Di Bella – e abbiamo preso un bel pó di freddo. Le scene in cui balliamo erano girate in una fabbrica abbandonata e la vasca era piena di acqua congelata. Ogni volta che il regista diceva “azione” entrare in acqua era un incubo. Appena finivamo ci asciugavano puntando mega phon giganti. Il secondo giorno abbiamo girato le riprese subacquee in una piscina speciale tipo acquario. L’acqua – sostenevano – era riscaldata a 21 gradi, ma fuori c’erano 6 gradi”. L’appuntamento più importante per Di Bella, però, rimane quello del 24 aprile a Messina, giorno in cui raggiungerà il traguardo della laurea in giurisprudenza. In Spagna c’è stata una mezza rivoluzione per la scelta di Ruth Lorenzo. La canzone, infatti, è cantata in inglese. La Rae (Real Academia Española de la Lengua) ha scritto una lettera a Tve (la Rai spagnola) contestando la scelta. La coreografia del video, già visto centinaia di migliaia di volte su youtube, è di Miryam Benedited (la corrispondente del nostro Luca Tommasini di X factor Italia). GUARDA IL VIDEO (clicca qui)

 

Condividi questo articolo
748 visite