Occupazione lampo dell’aula consiliare  ad opera dei consiglieri Alessio Andaloro, Peppe Marano, Franco Scicolone, Damiano Maisano, Francesco Alesci. Dopo la seduta di consiglio comunale nella quale l’avvocato Donatella Romagnolo ha rinunciato per iscritto a surrogare l’assessore Salvatore Gitto (è sorella dell’assessore Santi Romagnolo e avrebbe potuto ricoprire la carica solo se abbandonava il parente) i politici hanno protestato contro l’ufficio ragioneria  che non ha rilasciato copia di documenti richiesti.

Alessio Andaloro e Peppe Marano

“Ci impediscono di accedere agli atti riguardanti il pagamento dei fornitori da parte del Comune. Sospenderemo l’occupazione non appena ci verrà concessa la possibilità di consultare i documenti”, ha detto Andaloro. In realtà la protesta è durata fino alle 14. Come spiega Peppe Marano. “Abbiamo interrotto perché la comandante Giuseppa Puleo che ha anche la delega alla ragioneria, ha dato precise disposizioni agli uffici e stanno stampando i documenti che avevamo chiesto. Ce li consegneranno domattina. Stamani abbiamo contestato e avevamo chiesto una stampa di tutti i mandati di pagamento da luglio del 2013 in quanto il comune è stato destinatario attraverso la legge 35 del 2013, di un finanziamento che serviva per pagare solo i debitori del 2012. Adesso verificheremo se con quel finaziamento è stato fatto altro….speriamo di no e che si siano pagati di debiti ai sensi di legge”.

 

Condividi questo articolo