Entro 15 giorni i Nas di Catania dovranno verificare se il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Milazzo è idoneo per ospitare l’attività secondo il decreto dell’Assessorato Regionale alla Sanità. Lo ha deciso la quarta sezione del Tar di Catania, nel corso dell’udienza di giovedi’ 30 gennaio su ricorso del comune di Barcellona che si oppone alla soppressione del punto nascite del “Cutroni-Zodda”. A costituirsi a difesa del provvedimento, invece (dopo la rinuncia dell’Asp guidata dal commissario Migliore) è stato l’ex commissario dell’Asp, Manlio Magistri. Per i giudici del Tar, che hanno disposto il provvedimento con ordinanza, prima di prendere una decisione, è necessario compiere accertamenti, anche per verificare quanto evidenziato dal comune di Barcellona nel suo ricorso cioè sul fatto che al momento della soppressione il reparto a Milazzo non fosse pronto ad accogliere i ricoveri. La nuova camera di consiglio è stata fissata per il 27 febbraio.

Condividi questo articolo
462 visite