La morte di Giuseppe Tricamo, ex dirigente scolastico della media Luigi Rizzo di Milazzo, ha destato commozione in città. Il preside ha lasciato un buon ricordo di se, sia tra i docenti che tra gli alunni che negli anni hanno popolato l’istituto di via Risorgimento. A ricordarlo con una toccante lettera aperta è la professoressa Nella Barbera, presidente della sezione Uciim Milazzo (Associazione Professionale Cattolica di Insegnanti Dirigenti e Formatori). Riportiamo la nota inviata a redazione@oggimilazzo.it

IL preside Giuseppe Tricamo

E’ un’alba bellissima questa del 17 gennaio 2014, così luminosa che sembra annunciare la luce divina che ormai ti accoglie, mentre noi, ancora attoniti, ci prepariamo per l’ultima cerimonia del tuo passaggio terreno. Un mistero, la vita, fatto di impegni, lavoro, incombenze ma anche di incontri che diventano amicizie e gioie. Nel corso dell’esistenza veniamo a contatto con un’infinità di persone, solo alcune però hanno la capacità di trasmettere il giusto amore per ogni cosa. Lavorare con te, così preparato, puntuale, attento è stato per tutti noi una ricchezza. Con te, vivendo gli ideali UCIIM, abbiamo condiviso la passione di guardare ai bisogni dei ragazzi da anteporre a tutto. L’educazione, intesa come capacità di rendere ogni individuo una persona unica, libera, pensante è stata una costante del tuo agire. Nella nostra scuola conoscevi gli allievi uno per uno, e di ciascuno sapevi la storia. Attentissimo al rispetto delle varie personalità, ci sollecitavi a ricercare le strade giuste per conquistarci la fiducia e la stima degli alunni. Ti importava la sostanza delle cose, lontano dagli aspetti burocratici, che pur curavi. Era l’anima degli interventi educativi che ti stava a cuore. Perché i giovani trovassero interessante e gradevole trascorrere tante ore a scuola diversificavi e sperimentavi percorsi nuovi. La sezione UCIIM di Milazzo può ritenersi fortunata perché tante belle persone nel corso degli anni hanno lasciato un segno e tu, stimatissimo Preside Tricamo, in particolare. Interpretando il pensiero di tanti colleghi amici Uciim, ricordo le mille occasioni che ci hanno visto compagni di viaggio per i congressi in Italia o in Terra Santa, Compostela, Colonia e tante altre mete. La tua curiosità intellettuale spaziava e ti portava ad amare la bellezza e l’arte in ogni sua espressione. Sarà duro riprendere il cammino senza la saggezza dei tuoi consigli. Nell’affidarti a Cristo, sorgente di vita eterna, contiamo su di te anche ora. Sentiamo ancora la tua amicizia che non finisce con i giorni terreni come abbiamo già sperimentato con tanti cari colleghi che continuiamo ad amare oltre la morte . Ricordandoti, faremo in modo che si rinnovino le occasioni di aggiornamento e formazione per i giovani docenti, i momenti conviviali , i viaggi e le escursioni che tanto amavi. Lo sai, resterai sempre con noi.

Nella Barbera, Presidente Sez. Uciim Milazzo

Condividi questo articolo