“No all’accorpamento dell’autorità portuale di Messina e Milazzo con quella di Palermo”. A lanciare l’allarme è Carmelo Formica, presidente con Consorzio Turistico di Milazzo e neo responsabile sindacale della Fimmg (Federazione Italiana medici di medicina generale) settore S.A.S.N. (Servizio Assistenza Sanitaria Naviganti.).  Formica da oltre venti anni fornisce assistenza sanitaria ai naviganti e sta seguendo le indiscrezioni relative all’accorpamento che prendono piede in questi giorni. “Disapprovo totalmente l’accorpamento dell’Autorita’ Portuale di Messina con quella di Palermo – scrive in una nota – sarebbe un’ulteriore sconfitta per la Citta’ di Milazzo in quanto tale accorpamento inciderebbe negativamente sul rilancio, gia’ molto difficile, del nostro porto che vede numerosi imprenditori impegnati per fare decollare iniziative turistiche come occasione di sviluppo del territorio per arginare la deflagrante disoccupazione”.

Anche se la congiuntura economica degli ultimi anni non ha permesso grandi exploit – sottolinea Formica –  il presidente De Simone con contratti stipulati nelle fiere crocieristiche ha promosso l’arrivo di navi da crociera nel porto di Milazzo dando un’immagine senz’altro positiva per Milazzo e promettendo l’intensificazione degli approdi. Sarebbe , quindi, il colpo di grazia ad una citta’ ed ad un comprensorio che merita grande attenzione a livello internazionale”.

 

Condividi questo articolo