Troppe coppiette “sporcaccione” sul lungomare di Ponente e i residenti protestano. L’area in questione è alle spalle dello stadio Grotta Polifemo, in un’area che si affaccia sulla spiaggia di Ponente adibita pincipalmente a parcheggio. Un parcheggio appartato che risulta molto apprezzato da fidanzati e amanti i quali, lontano da occhi indiscreti”, si ritagliano attimi di intimità o come dicono i milazzesi: “si imboscano”. Una pratica che però provoca il degrado dell’area invasa da profilattici, fazzoletti e cartacce di ogni genere. A sollevare il problema è stato un residente che si è rivolto all’ex consigliere comunale Giuseppe Marano che per una volta è stato invitato a non occuparsi solo del degrado provocato dalle industrie ma anche dalle…coppiette maleducate.

l’area prediletta dalle coppiette a milazzo

Ecco l’appello publicato sulla sua pagina facebook  da Marano che, a sua volta, ha tirato in ballo l’assessore all’Ambiente, Salvatore Gitto, e quello al Turismo, Dario Russo. “Mi chiamo Antonio e vivo nei pressi del campo sportivo di Milazzo, quasi di fronte al piazzale adibito al parcheggio auto, dove ci sono le docce e la discesa al mare – si legge –  Vorrei chiederle gentilmente un consiglio affinchè si possa porre rimedio alla situazione di degrado igenico in cui versa il suddetto piazzale e della quale viviamo e subiamo le conseguenze. Il posto è abitualmente frequentato da coppiette che si appartano in auto, e dopo il loro passaggio, il suolo si riopre puntualmente di sporcizia e rifiuti di ogni sorta. E’ diventato quasi impossibile consentire ai nostri bambini di poter scendere in spiaggia, ogni volta il rischio che vengano a contatto con rifiuti pericolosi per la loro salute è decisamente elevato. Mi rivolgo a lei che so essere persona attenta e coscenziosa, competente e padre di famiglia. Mi rendo conto che le battaglie in corso per la salute dei Milazzesi sono altre e ben piu’ importanti, ma le sarei grato se potesse aiutarmi o consigliarmi in questa mia “battaglia” per la salute nostra e dei nostri bambini, nonchè della popolazione tutta che potrebbe tornare a godere di una delle tante meraviglie di questa splendida terra. Le allego qualche foto di quello che quotidianante ci tocca calpestare, “respirare”, vedere”. A commentare è stato Marano: “Mentre il sindaco Carmelo Pino, l assessore al turismo Dario Russo e l’assessore all’ambiente Salvatore Gitto si affannano a fare decollare turisticamente una città inquinata dalle industrie, danno prova di non sapere gestire neanche la parte ordinaria di un territorio. Come Verdi/Green Italia, raccogliamo queste proteste di cittadini allarmati e denunciamo pubblicamente”, ha scritto.

Condividi questo articolo
730 visite