Trasformare i rifiuti in una risorsa. Si terrà sabato 26 ottobre alle 10 all’Hotel Eolian di Milazzo il convegno “Rifiuti Zero – Benessere per l’ambiente e la società” promosso dal movimento politico-culturale “Ciclopica” con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della politica nazionale e locale dei rifiuti, nonché far conoscere il progetto “Rifiuti Zero” che, in alcune parti d’Italia, è riuscito a trasformare la “spazzatura” in una risorsa.

Massimo Providenti

L’incontro, moderato da Santo Laganà, presidente dell’Associazione Antimafie “Rita Atria” e Massimo Providenti, presidente del movimento Ciclopica, si divide in 4 momenti specifici: un’introduzione sulla situazione attuale nel nostro territorio con il giornalista e scrittore Carmelo Catania, il progetto “Rifiuti Zero” illustrato dal prof. Paolo Guarnaccia, docente presso l’Università di Catania e dal dott. Danilo Pulvirenti, presidente Associazione Rifiuti Zero Sicilia, la testimonianza del sindaco di Collesano (PA), Giovanni Battista Meli, che ha già iniziato ad adottare la strategia “Rifiuti Zero” nel proprio comune. Infine, un confronto sull’operato e le intenzioni delle amministrazioni comunali di Messina, Barcellona P.G. e Milazzo, con gli interventi degli assessori Daniele Ialacqua, Roberto Iraci e Salvatore Gitto. «Nell’Italia delle discariche e degli inceneritori – si legge in una nota – è arrivato il momento di chiedere una “rivoluzione” del sistema dei rifiuti sul territorio che sia un beneficio non solo ambientale, ma soprattutto economico. “Rifiuti zero – Benessere per l’ambiente e la società” è la presentazione alla comunità di un progetto concreto per la città mamertina da parte di Ciclopica che, dopo aver proposto nei mesi scorsi osservazioni e suggerimenti in merito al Piano Urbano Generale del Traffico e dei Beni Comunali, intende proseguire, con la partecipazione attiva e il contributo della società civile, nell’impresa di rendere Milazzo un posto migliore».

 

Condividi questo articolo