«Comprendiamo le difficoltà economiche del comune di Milazzo ma non può certo pensare di sanarle facendo cassa a spesa delle Eolie». Federalberghi Isole Eolie ribadisce il proprio dissenso circa le intenzioni del sindaco di Milazzo, Carmelo Pino, di far pagare un ticket ai turisti in transito verso le Eolie. A scriverlo in un comunicato Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie.

Uno dei traghetti che collega MIlazzo alle Eolie

«Non possiamo che essere pienamente concordi con le dichiarazioni dei quattro sindaci eoliani che all’unisono hanno avuto modo di condannare l’iniziativa già il 21 gennaio 2012 – dichiara il presidente – avevamo avuto modo di scrivere al Sindaco Pino chiedendo quale fosse la posizione ufficiale dell’Amministrazione mamertina circa le uscite dell’Assessore Midili e l’interrogazione a suo tempo avanzata dal Consigliere Comunale Franco Scicolone. Di pari tenore era stata una nostra missiva del marzo 2010, indirizzata all’allora sindaco Lorenzo Italiano, avente per oggetto le interrogazioni del consigliere Pippo Russo. In entrambi i casi la tesi è analoga. Le Eolie sembrerebbero rappresentare un costo e in, molti casi, addirittura un problema per la città di Milazzo. È un po come se a Catania si lamentassero e tassassero i turisti che transitano da Fontanarossa verso le altre località turistiche della Sicilia. Comprendiamo le difficoltà economiche del comune di Milazzo ma non si può certo pensare di sanare i propri deficit di bilancio prevedendo di far cassa sulle risorse altrui. Sono invece apprezzabili l’impegno e i risultati raggiunti dai nostri colleghi albergatori milazzesi che negli ultimi anni hanno moltiplicato e qualificato i posti letto “sfruttando” anche la vicinanza con le Isole Eolie», conclude.

 

Condividi questo articolo
423 visite