Otto le persone denunciate in stato di libertà dagli uomini della Compagnia di Milazzo impegnati in un’attività di controllo straordinario del territorio. Sono ritenute responsabili, a vario titolo, di guida in stato di ebbrezza alcolica, falsità in scrittura privata, guida senza patente, guida sotto l’influenza di stupefacenti e fuga a seguito di incidente stradale con feriti. Le pattuglie dei Carabinieri, che hanno operato nei territori dei Comuni del comprensorio. Nel corso dei numerosi posti di controllo effettuati nei punti nevralgici della rete viaria del menzionato comprensorio, i carabinieri hanno prestato particolare attenzione alle località balneari frequentati da giovani  tra cui, piazze e locali pubblici dove sono state effettuate perquisizioni.

Un giovane 25enne è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Con il test dell’etilometro, è stato riscontrato un tasso alcolemico superiore a quello previsto dalla normativa, fissato in 0,8 g/l (parametro soglia da cui scatta la denuncia penale). Nella circostanza, all’automobilista è stato ritirato il documento di guida; denunciato anche un giovane 21enne, per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e fuga a seguito di incidente stradale. In particolare, il giovane, alla guida di un’autovettura, dopo aver provocato un sinistro stradale, tamponando un centauro, si dava alla fuga, senza prestare i primi soccorsi. I successivi accertamenti effettuati dai militari dell’Arma, hanno permesso di identificare il giovane, il quale veniva altresì riscontrato in stato di alterazione psicofisica dovuta ad assunzione di spinelli. Accertamenti sanitari sono stati effettuati all’ospedale di Milazzo. Cinque le persone denunciate per guida senza patente. Non l’avevano dimenticata, non era mai stata conseguita. Una 43enne di nazionalità rumena è stata denunciata per falsità in scrittura privata. Durante un controllo ha consegnato un certificato assicurativo contraffatto. Con l’ausilio dei colleghi del Nas (Nucleo Antisofisticazione) di Catania, i carabinieri mamertini hanno proceduto al controllo di 3 ristoranti, elevando sanzioni amministrative per carenze igienico sanitarie per un totale di 2 mila euro.

Condividi questo articolo