“Il comune si è ricordato della crisi della pescheria? Meglio tardi che mai”. A sbottare è l’ex consigliere Franco Scicolone (Pd) che bacchetta il sindaco Carmelo Pino e la sua amministrazione che si sarebbe accorta della crisi solo oggi. Eppure gli appelli in passato non sarebbero mancati. A cominciare da una interrogazione a firma dell’esponente democratico del 2010.

franco scicolone

“Leggo sul sito on-line del Comune che il Sindaco Pino unitamente all’assessore allo sviluppo economico Gaetano Nanì ed al turismo Dario Russo, hanno incontrato i commercianti di via Pescheria nel tentativo, cito testualmente, “di superare la difficile situazione venutasi a creare…….” – scrive Scicolone – Si perché la difficoltà di sopravvivenza del gruppo di operatori rimasti in questa storica via, è acclarata da tempo. Una riunione importante l’ha definita il Sindaco Pino ! Certamente di cose importanti in 2 anni e 6 mesi questo Sindaco ne ha avute da fare, se è vero che ha avuto bisogno di un così lungo lasso di tempo per attenzionare questo drammatico problema. Si perché era il 4 novembre 2010, quando è stata rivolta al Sindaco una interrogazione sull’argomento (allegata alla presente) senza mai avere avuto risposta ! Capisco che nella illuminata mente del Sindaco Pino, già in quel periodo, era in gestazione la dichiarazione di “bancarotta” della città di Milazzo, ma il documento allora prodotto e che reca in calce la firma di 4 operatori economici della via Pescheria, è la prova provata che il consiglio comunale lavorava occupandosi responsabilmente dei problemi della comunità cittadina; e la nota insofferenza nei confronti della “Istituzione Consiglio Comunale” risalta in tutta la sua evidenza. Pertanto, ancora una volta esprimo la mia solidarietà a tutti i titolari, i dipendenti ed alle loro famiglie di dette attività commerciali, e nell’auspicio che si faccia seriamente quanto necessario per il rilancio del comparto, come dice il saggio……meglio tardi che mai”.

Condividi questo articolo