Pomeriggio politico intenso a Milazzo con la visita del presidente della Regione Rosario Crocetta. Dalla Piana a Vaccarella il governatore ha incontrato cittadini e politici. Il tour è cominciato con oltre un’ora di ritardo rispetto alla tabella di marcia. A Fiumarella, nel complesso delle case Iacp, è giunto nei locali del centro sociali (fino a quel momento al buio) intorno alle 15. Un quarto d’ora prima del suo arrivo è stata attivata l’energia elettrica, come ha svelato il coordinatore cittadino de il Megafono, Massimo D’Amore, che ha organizzato la visita mamertina (erano stati staccati abusivamente i fili dal contatore, a risolvere telefonicamente gli uffici comunali).

Rosario Crocetta a Vaccarella

Nel quartiere della Piana niente bagno di folla ma incontri mirati. Importante quello con i florovivaisti. Alcuni residenti hanno consegnato una lettera nella quale chiedono un intervento relativo all’occupazione abusiva delle case, la mancanza di servizi, e maggiori controlli per la micro criminalità. A Vaccarella circa un centinaio di persone hanno atteso il governatore sotto il tendone di un bar concesso per l’incontro. Ad argomentare i problemi del borgo Marinaro il consigliere Damiano Maisano, neo presidente dell’associazione di pescatori “Nino Salmeri” (tra i curiosi anche i consiglieri Peppe Marano e Franco Scicolone). Crocetta, seduto al tavolo con il sindaco Carmelo Pino (che ha disertato l’incontro di Fiumarella), ha chiesto al primo cittadino di farsi interprete del disagio legato alla scarsa efficenza della mobilità urbana, in particolare degli autobus. Crocetta ha promesso che con il sindaco Pino ci sarà un incontro per definire alcuni interventi in materia di sanità (legata all’inquinamento) ed erosione della costa. Ad accompagnare il leader de Il Megafono anche i candidati Antonio Presti e Giuseppe Laface.

Sebastian Donzella

 

Condividi questo articolo
520 visite