Si è insediato questa mattina al Comune Valerio De Joannon, vice prefetto aggiunto di Messina, nominato commissario straordinario, nei giorni scorsi, dall’assessore regionale alle autonomie locali e della funzione pubblica, Patrizia Valenti contestualmente al decreto di sospensione del consiglio comunale, “ai sensi dell’art. 109/bis dell’Ordinamento Enti Locali, nelle more della definizione della procedura di applicazione della sanzione dello scioglimento”. Messinese, 53 anni, De Joannon, per diversi anni ha lavorato alla Prefettura di Reggio Calabria.

Valerio dejoannon

E’ rientrato a Messina nel luglio scorso ed è il responsabile dell’area II Bis della Prefettura “Raccordo Enti Locali”. In precedenza è stato commissario in diversi Comuni (Staiti, San Luca, Samo, Santo Stefano d’Aspromonte) della regione Calabria. Il neo commissario – che a Milazzo dovrà occuparsi della provvisoria gestione dell’Ente in sostituzione del consiglio comunale – è stato ricevuto dal segretario generale, Massimo Gangemi, incontrando successivamente il sindaco Carmelo Pino e l’assessore alle Finanze, Pippo Midili. Ultimate le procedure previste dall’iter di nomina, con l’assistenza del vicesegretario generale vicario, dottoressa Lucia Messina, si è insediato nella Presidenza del Consiglio per avere un primo quadro della situazione. Tra i primi adempimenti l’esame della proposta di delibera relativa all’attivazione delle entrare proprio ai sensi dell’art. 251, comma 1, del D.Lgs 267/2000. “Un provvedimento – spiega – che la legge impone venga approvato entro un certo termine successivo alla dichiarazione di dissesto e quindi andrò ad esaminare la proposta per giungere alla definizione”. L’intervento sanzionatorio della Regione è scaturito dalla mancata approvazione entro il 31 dicembre da parte del consiglio comunale della proposta di delibera di dissesto, adempimento poi adottato dalla dottoressa Margherita Catalano, commissario ad acta nominato dal prefetto di Messina, lo scorso 11 gennaio.

Condividi questo articolo
376 visite