>Il comune di Milazzo punta a nuovi finanziamenti sull’Ambiente. Si è svolto in sala giunta l’incontro tra i rappresentanti del Comuni interessati alla programmazione europea prevista dal Fesr 2007-2013 ed in particolare all’asse 6 “Sviluppo urbano sostenibile”. Obiettivo della riunione quella di avviare una nuova progettualità al fine di presentare all’Unione europea dei progetti da finanziare tramite bandi riguardanti l’ambiente.

A sottoscrivere l’accordo sono stati i Comuni di Milazzo, San Pier Niceto, Condrò, Gualtieri Sicaminò, Leni, Malfa, Roccavaldina, Rometta, San Filippo del Mela, Spadafora, Torregrotta, Valdina, Venetico e Villafranca. I lavori ai quali è intervenuto anche l’arch. Paolo Bucca in rappresentanza di Confindustria, sono stati coordinati dai responsabili tecnici del Pist, Benedetto La Macchia e Domenico Lombardo. Nei vari interventi è stata evidenziata la necessità di utilizzare questa opportunità di condivisione delle progettualità al fine di presentare proposte che si caratterizzino per competitività, innovazione e sviluppo sostenibile così come richiesto dalle direttive comunitarie. Nello specifico gli impegni assunti dai sindaci sono quelli di “andare oltre gli obiettivi fissati dall’UE per il 2020, riducendo le emissioni di CO2 nel territorio di almeno il 20 per cento; presentare un Piano d’azione per l’energia sostenibile compreso un inventario di base delle emissioni, nonché una relazione di attuazione, almeno ogni due anni dopo la presentazione del Piano d’azione, ai fini della valutazione, monitoraggio e verifica; di organizzare Energy Days, in collaborazione con la Comunità europea e con le altre parti interessate, permettendo ai cittadini di beneficiare direttamente delle opportunità e dei vantaggi offerti da un uso più intelligente dell’energia, ed infine a partecipare e contribuire alla Conferenza annuale UE dei sindaci per l’energia sostenibile in Europa”. ”Siamo fermamente convinti – ha aggiunto il sindaco di Milazzo – che il “fare squadra” e il condividere gli stessi percorsi di strategie di sviluppo porta immancabilmente a risultati soddisfacenti per le comunità. La concertazione territoriale e l’attuazione di strategie comuni sono meccanismi basilari per il migliore utilizzo degli strumenti di programmazione negoziata”.

 

 

Condividi questo articolo