{jcomments off}GUARDA IL VIDEO. Registrazioni effettuate in campagna elettorale, tradimenti da ricercare in alcune farmacie, politici con il rolex che chiedono voti a disoccupati. Il comizio dell’ex sindaco Lorenzo Italiano, ieri sera in Piano Baele, non ha mancato di fare discutere grazie a gustosi dietro le quinte relative alle passate amministrative, quando fu sconfitto dall’attuale sindaco Carmeo Pino. Presenti centinaia di cittadini che non si sono fatti scoraggiare nemmeno da qualche goccia di pioggia che ha fatto ritardare l’intervento del candidato all’Ars con la lista Grande Sud.

Lorenzo Italiano

Prima di Italiano si è registrato un intervento a sorpresa e, a quanto pare, non programmato, di un cittadino acquisito milazzese, che ha promosso l’elezione del politico. Poi è arivato Italiano che ha cominciato a togliersi qualche sassolino dalla scarpa relativamente ai traditori della passata campagna eletorale che ufficialmente lo sostenevano e poi (a certificarlo, a quanto pare, delle registrazioni) in realtĂ  chiedevano il voto “disgiunto” per gli avversari. Italiano ha poi attaccato quelli che ritiene i suoi avversari diretti, gli onorevoli “stranieri” Laccoto, Formica, De Luca, che da settimane hanno cominciato a frequentare Milazzo. «Mi attaccavano perchè andavo a Barcellona, in via Coccomeli, a casa del senatore Nania, oggi i miei successori vanno da Francantonio Genovese o…..nelle “ciumare” di Naso e Fiumedinisi”, ha sentenziato. La conclusione del comizio? “Non importa chi votate, l’importante è scegliere un deputato milazzese che ami la cittĂ ”, ha concluso Italiano.  ECCO IL VIDEO: