Disposta la bonifica dell’area adiacente l’impianto di depurazione comunale, sulla riviera di Ponente, che la scorsa settimana è stata posta sotto sequestro preventivo dai carabinieri di Milazzo. Il sindaco Carmelo Pino, con propria ordinanza, ha ordinato l’esecuzione degli interventi di caratterizzazione, raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti di diversa tipologia esistenti nell’area in questione. Ad eseguire i lavori sarà la ditta Dusty – servizi di igiene ambientale -. L’importo quantificato dell’intervento – che sarà effettuato “con le modalità e la tempistica impartite dall’Autorità giudiziaria competente e fatta salva l’autorizzazione all’accesso dei luoghi – ammonta a 15 mila euro.

l’area sequestrata

Sempre l’Ufficio Ambiente ha disposto un sopralluogo sul torrente Mela, pure al centro di proteste e segnalazioni per la presenza di microdiscariche abusive (eternit, lana di vetro e copertoni), che spesso vengono incendiate da sconosciuti, con gravi danni per la salute dei cittadini e del decoro urbano. I tecnici del Comune hanno verificato la situazione dei luoghi e i varchi di accesso e nei prossimi giorni una informativa sarà trasmessa al comando di polizia municipale per gli interventi conseguenziali. L’obiettivo è effettuare la chiusura di tutti gli accessi per evitare lo smaltimento incontrollato e abusivo di inerti e materiali vari  agli argini del torrente che scorre tra i territori di ben cinque comuni, tra cui Barcellona e Milazzo.

 

Condividi questo articolo
369 visite