GUARDA IL VIDEO CON I GOL. Quattro gol, tre solo nel primo tempo. Neppure il peggiore dei pessimisti si aspettava tanto. Soprattutto dopo il punto di Casale. Eppure è successo e le quattro sberle rifilate dal Forlì fanno ancora male. Come conferma il presidente del Milazzo Giuseppe Peditto nell’immediato dopogara. “Un 4-0 che fa male. Fa male a me, che sono tifoso, fa male ai nostri tifosi. Un esordio amaro, chiediamo scusa alla gente di Milazzo”. Ai supporters, però, Peditto chiede pazienza:

L’allenatore Tosi

“Vi assicuro che noi non siamo una squadra da quattro gol presi a partita. Paghiamo una preparazione fisica non ottimale, abbiamo cominciato in ritardo. Il mese di settembre sarà difficile perchè servirà a prepararci. Manca l’armonia di gioco. Miglioreremo, questo è poco ma sicuro”. Noi non siamo questi, all’inizio abbiam tenuto bene il campo. Abbiam avuto un crollo fisico, la preparazione non è ancora ottimale”. L’unica nota lieta di giornata è stato il pubblico, presenti circa mille tifosi che hanno incitato i propri giocatori fino all’ultimo secondo. Anche il tecnico ospite Attilio Bardi l’ha ammesso: “Sono esterrefatto in positivo dal pubblico. Da poche parti una squadra sotto in questo modo viene incitata così. Questo è il calore del pubblico siciliano”.
Il tecnico Marco Tosi è insoddisfatto: “Oggi non giustifico nessuno, me stesso per primo. Dopo il primo gol siam spariti dal campo. Ora bisogna metabolizzare la sconfitta e andare avanti”. E lancia una frecciatina alla dirigenza: “Io non mi nascondo, ci metto sempre la faccia: la squadra è ancora da completare”.

Condividi questo articolo
517 visite