Si è svolta questa mattina in sala giunta una riunione tra gli operatori del Borgo ed i residenti del quartiere. A promuoverla il sindaco Carmelo Pino per cercare di trovare una soluzione che riuscisse a contemperare le diverse esigenze di entrambi. Mentre i residenti infatti rivendicano il diritto a poter vivere nelle loro abitazioni senza dover subire i disagi legati al traffico veicolare, ai parcheggi e alla numerosa presenza degli avventori, i titolari dei ritrovi sottolineano che quell’area è diventata il nuovo riferimento della “movida” milazzese e che comunque esiste il loro impegno a limitare al massimo ogni possibile disagio di chi vive da sempre in quelle zone. Alla riunione ha partecipato anche il comandante della polizia municipale, Giuseppa Puleo la quale ha riferito dell’attenzione rivolta dai vigili verso il Borgo per il rispetto delle regole e delle condizioni di vivibilità. “Da settimane – ha detto il comandante – operiamo continui controlli per quel che concerne l’inquinamento acustico, l’occupazione di suolo pubblico, il rispetto delle norme del codice della strada soprattutto per quel che concerne i divieti di sosta”. Il sindaco ha invece spiegato come il Borgo rientri tra le zone strategiche per lo sviluppo del turismo, alla luce anche dell’ormai prossima apertura del Castello che quasi sicuramente richiamerà un gran numero di visitatori, desiderosi non solo di conoscere i segreti dell’imponente fortezza, quanto di apprezzare le iniziative che verranno promosse (mostre, appuntamenti musicali di qualità ed altro). Ritengo pertanto che sia necessaria una collaborazione, un dialogo tra titolari dei locali e residenti ed entrambi si debba trovare quella linea di intenti che faccia privilegiare gli interessi di entrambi e soprattutto l’interesse della città.

Movida al Borgo di Milazzo

Al termine dell’incontro è stato deciso di prevedere la pedonalizzazione di tutto il Borgo per consentire ai residenti di non ritrovarsi – come sarebbe già accaduto – l’ingresso delle loro abitazioni ostruite da auto parcheggiate in modo irregolare, di vietare il trasporto fuori dal locale di bottiglie o bicchieri in vetro, mentre per quel che concerne l’attività musicale, sarà emanata dal sindaco una ordinanza che fisserà quale orario ultimo per la diffusione quello delle 2. Una ulteriore raccomandazione ai titolari dei ritrovi è stato quello di cercare il più possibile, prima di chiudere l’esercizio, di ripulire la zona esterna di competenza, per evitare che il giorno che la stessa sia in cattive condizioni igieniche. “Ritengo che l’incontro sia stato proficuo – ha concluso Pino – e che possa scaturire quella collaborazione che è indispensabile per garantire una corretta convivenza”. Un plauso per l’iniziativa dell’Amministrazione è stata anche espressa – in una nota – dai consiglieri Maurizio Foti ed Antonio Isgrò che nei giorni scorsi erano stati promotori di una richiesta ufficiale al sindaco affinché intervenisse per porre fine alle polemiche che si registravano proprio tra i residenti ed i gestori”.