Che cosa ci fa l‘ex assessore Mariano Bucca alle riunioni di giunta? Secondo la delibera con cui si provvede ad eseguire le manutenzioni del pozzo lungo il torrente Floripotema che eroga l’acqua sino al Borgo ed a Capo Milazzo, Bucca era presente al posto del successore Santi Romagnolo. La delibera dà mandato agli uffici di espletare la gara d’appalto per un importo complessivo di 107.000 euro. Ma c’è un mistero: tra i quattro amministratori presenti (su sette), che hanno approvato la delibera n. 71 del 25 giugno 2012, c’è “un fantasma”.

E’ l’ex assessore ai Lavori Pubblici Bucca, il quale, nonostante l’avvicendamento con l’ing. Santi Romagnolo, continua imperterrito a godersi la sua carica di assessore. Almeno sulla carta. Il suo nominativo è riportato infatti tra i tre assessori che, insieme al sindaco Carmelo Pino, hanno approvato la delibera avente sui “lavori urgenti per la riattivazione del pozzo Floripotema”. A parte questa curiosità, ci si domanda: l’errore può inficiare la delibera e comportare un ulteriore ritardo nelle procedure d’appalto che dovrebbero normalizzare l’erogazione dell’acqua potabile al Borgo e ad Capo Milazzo a secco da settimane?

Condividi questo articolo