La Consulta Giovanile, dopo aver appreso dell’incontro tra il sindaco e i ragazzi di un movimento politico locale, sulle possibili idee di qualificazione turistica e territoriale in vista della stagione estiva, bacchetta il sindaco Carmelo Pino. Il presidente Clarisa Gitto, in un comunicato, «sente di dover rinnovare, ancora una volta, l’invito al Sindaco alla partecipazione ad una delle proprie riunioni. La Consulta Giovanile, per definizione e di fatto, rappresenta tutti i giovani di Milazzo: non vediamo l’esigenza di dover “consultarne” soltanto una parte su argomenti che riguardano, invece, tutta la giovane cittadinanza».

Clarissa Gitto

Gitto ricorda al primo cittadino «di far parte di un organo istituzionalmente preposto a dare pareri e a fare proposte sui temi dei giovani; dunque, rivendichiamo, con un pizzico di presunzione, la nostra posizione prioritaria nella trattazione delle tematiche giovanili. Chi meglio di noi può essere consultato». Un ultimo appunto, la giovane presidente, lo dedica «alla scarsa originalità delle proposte fatte al tavolo di incontro, progetti sulla viabilità notturna presentati già in tutte le salse e che suonano non poco familiari a chi prese già parte alla prima Consulta Giovanile. Tuttavia, ci rendiamo disponibili al confronto con il primo cittadino, lo attendiamo ai nostri prossimi incontri per discutere insieme sulla promozione turistica del territorio attraverso idee nuove, fresche ed esaltanti, idee che non scarseggiano affatto all’interno della Consulta Giovanile di Milazzo», conclude.

 

Condividi questo articolo