Il comune tarda a rilasciare la concessione edilizia, ma revoca le concessioni di terreno ai privati per la costruzione di loculi al cimitero. Il consigliere comunale Massimo Bagli ha presentato una interrogazione al sindaco per affrontare la questione della decadenza disposta dal Comune nei confronti di privati di alcune concessioni di terreno destinate alla costruzione di edicole funerarie private, all’interno del cimitero, perché sarebbe scaduto il termine entro cui completare i lavori di realizzazione.

L’ingresso del cimitero

Una decisione – afferma il consigliere – che ha provocato la protesta di molti cittadini visto che ci sarebbero delle incongruenze e pertanto si chiede all’Amministrazione “se ritenga opportuno procedere all’annullamento o alla sospensione delle determinazioni dirigenziali che sanciscono la decadenza e qualora non s’intenda annullare o sospendere le determinazioni dirigenziali di avvenuta decadenza delle concessioni, “dichiarare come intende utilizzare i lotti di terreno oggetto delle predette determinazioni”. “Ritengo – conclude Bagli – che ci siano delle violazioni in quei provvedimenti e quindi occorre risolvere la questione. Se non avrò riscontro, informerò il prefetto”.

 

Condividi questo articolo
354 visite