Nonostante lo stop dei campionati voluto dalla FIGC per onorare la memoria di Piermario Morosini, morto sul campo durante Pescara-Livorno, le squadre milazzesi hanno giocato tutte, con risultati altalenanti. In Promozione il Sacro Cuore batte in trasferta per 2-1 la retrocessa Aquila Bafia e continua a sperare nella salvezza diretta, senza passare dalla lotteria dei play-out. I padroni di casa erano già retrocessi ma al “D’Alcontres” hanno onorato il campionato, dando filo da torcere agli uomini di Salvatore Cambria fino all’ultimo.

Salvatore Cambria

Nel primo tempo, all’iniziale vantaggio di Stefano Milazzo, solito cecchino su punizione, ha risposto immediatamente la squadra di casa che ha approfittato di una papera del giovane Sandro Leo per pareggiare. Nella ripresa, dopo diverse occasioni sprecate, è stato il rientrante Nunzio Pantè a decidere il risultato, anticipando tutti in mischia. Prossima settimana ci sarà lo scontro decisivo con l’Aspra, davanti ai milazzesi di due punti, che occupa l’ultima posizione utile disponibile per la salvezza. Sette gol presi e zero fatti in Prima Categoria: Bastione e Folgore vengono sconfitte, rispettivamente, dal Pellegrino (3-0) e dalla Pro Mende (4-0). Il prossimo weekend si disputerà l’ultimo turno di campionato, ininfluente per la classifica delle mamertine: il Bastione, infatti, è già salvo da diverse giornate mentre la Folgore è retrocessa da tempo, con la poco onorevole differenza reti di meno 105. In Terza Categoria non gioca la Duilia (unica milazzese a non disputare la propria gara) mentre l’Arcigrazia di Mario e Pippo Italiano si impone 3-0 sul campo della Monfortese, grazie ad un’altra splendida prestazione di Roberto Papale, giunto alla soglia dei 20 gol.

SEBASTIAN DONZELLA

Condividi questo articolo
874 visite