Per l’Inps era un non vedente ed aveva diritto alla pensione di invalidità, oltre all’assegno di accompagnamento, ma la mattina usciva a fare la spesa, commentava le notizie del giorno al bar con gli amici, sbrigava piccole faccende in centro. Stamattina la Guardia di Finanza ha denunciato per truffa continuata e aggravata ai danni dello Stato D.D.M., 81 anni, ex dipendente comunale e famoso per il suo impegno politico. A quanto pare le fiamme gialle lo hanno pedinato per settimane riprendendolo anche con una video camera.

Dai filmati risulterebbe che D.D.M., nonostante le difficoltà oggettive, visto l’età e i reali problemi di vista, potrebbe non avere avuto diritto al 100% di invalidità che gli sarebbe stata riconosciuta nei mesi scorsi dalla commissione provinciale. Gli uomini in borghese della Guardia di Finanza, guidata dal capitano Antonio Ranaudo, stamattina lo hanno fermato mentre stava rientrando a casa e invitato a seguirli in caserma per accertamenti. I dettagli dell’operazione saranno divulgati nelle prossime ore, anche perchè il fascicolo è finito sul tavolo dei magistrati alla procura di Barcellona che, visto l’età dell’uomo, avrebbero rigettato la richiesta di arresto ai domiciliari. La questione è molto delicata. Serviranno ulteriori accertamenti per verificare se l’invalidità era legata solo alla vista o arrivava al 100% aggiugendo altre patologie come si appresta a dimostrare la difesa.

Condividi questo articolo
746 visite