Il sindaco Carmelo Pino, accogliendo anche le sollecitazioni del consigliere Massimo Bagli è intervenuto sulla questione dell’esclusione degli artigiani di Milazzo dalle misure agevolate stanziate dalla Crias, che ha stanziato 3 milioni per le piccole e medie imprese artigiane colpite dall’alluvione, inviando una lettera ai vertici della Crias per conoscere le motivazioni di tale l’esclusione. “Si tratta di una discriminazione inammissibile – afferma Pino – senza una motivazione visto che anche la nostra città è stata inserita nell’ordinanza regionale dello stato di calamità. Attendiamo riscontri dalla Crias e sono pronto a chiedere l’intervento del prefetto poiché i nostri artigiani hanno il diritto di accedere alle agevolazioni al pari di tutti gli altri. La Crias deve riaprire i termini in quanto nel nostro territorio ci sono circa 200 artigiani tra imprese edili, meccaniche ed idrauliche che necessitano di questo supporto.”

Condividi questo articolo
385 visite