La baia di Capo Milazzo invasa dalla pomice. A denunciare la stuazione ambientale è Peppe Falliti, responsabile locale del Wwf. La pietra bianca, proveniente dalle Eolie dove operava la Pumex, azienda specializzata nella lavorazione del materiale (chiusa da anni),  ha “invaso” la battigia. «Vedere, diffondere, sapere, agire subito… norme imprenscindibili per cittadini e pubblici amministratori – dice Falliti – Le foto di stamane all’alba sono eloquenti. Se entro oggi, l’assessore all’Ambiente di Milazzo, Maurizio Capone, non avrà preso provvedimenti, propongo di raccogliere firme e fare manifestazioni pubbliche per chiederne le dimissioni. Questo inquinamento si unisce al disastro del malfunzionamento del depuratore: che estate avremo!».

La baia di capo milazzo

 

Negli ultimi giorni è tensione tra gli ambientalisti e Capone dopo la polemica sul taglio degli alberi di via XX settembre. Capone sull’argomento minimizza. «E’ logico che non fa piacere vedere la baia in queste condizioni – replica – ma parlare di allarme ambientale mi sembra esagerato, si tratta pur sempre di un “materiale naturale”. Purtroppo non abbiamo il potere di bloccare la corrente del mare».

Condividi questo articolo
534 visite