Si è svolto  nell’aula magna dell’Istituto tecnico tecnologico Majorana l’ormai consolidato appuntamento dell’incontro con l’autore, promosso dalla scuola diretta dal preside Stello Vadalà in collaborazione con la libreria di Daniela Bonanzinga e la LUTE di Milazzo. Ospite della giornata la scrittrice Simonetta Agnello Hornby che ha presentato il suo libro “La Monaca” (Feltrinelli). Un incontro molto partecipato iniziato come un racconto, continuato con una rappresentazione in costume d’epoca curata dagli studenti e terminato con un bel dialogo tra lo scrittore e gli oltre 300 ragazzi presenti.

La scrittrice palermitana che dal 1972 risiede in Inghilterra dove svolge la professione di avvocato ha esordito dieci anni fa con un romanzo, “La Mennulara”, che ha fatto registrare un inaspettato successo di vendite e giudizi lusinghieri da parte degli addetti ai lavori. Simonetta Agnello Hornby è divenuta così un “caso” letterario. Le pubblicazioni successive (“La zia marchesa”, “Boccamurata”, “Vento scomposto”, “Il filo d’olio”) hanno confermato le indubbie qualità di narratrice capace di coinvolgere il lettore. La trama de “La monaca” prende l’avvio da Messina (15 agosto 1839) e si sviluppa sul classico canovaccio della monacazione forzata della giovane Agata, che, tuttavia, “mantiene vivo il desiderio di vivere nel mondo e quanto più si inasprisce il conflitto interiore tanto più il futuro si colma di orizzonte e di speranza” dando vita ad un personaggio dotato, come si legge nel risvolto di copertina, “di una forza spirituale nuova, modernissima”.
“Sono soddisfatto della manifestazione – ha detto il preside Vadalà – e della scelta di puntare su iniziative che esaltino la cultura umanistica quale messaggio da infondere ai ragazzi insieme al percorso di specializzazione che hanno iniziato scegliendo la nostra scuola”.
Al progetto, curato dai docenti Maria Chillè, Carmen Crisafulli, Alessandra Di Blasi, Carmelo La Macchia, Sonia Puzzolo, Filippo Russo e Rossella Scaffidi, hanno partecipato gli studenti Rosita Bartolomeo, Simone Busà, Francesco Bongiovanni, Vittoria Costantino, Stefania Cotone, Liliana Crisafulli, Alessia Currò, Federica De Gaetano, Alessia De Mariano, Maria Tindara Di Giovanni, Roberto Genes, Ylenia Genovese, Manuel Gitto, Pietro Grimaldi, Luisa Mandanici, Marco Massa, Donatella Mendolia, Gabriel Russo, Angela Santoro, Domenico Terrizzi, Martina Trifirò e Roberta Vitale. Per i costumi un ringraziamento all’Associazione Pro-Roccavaldina.

<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:Arial; panose-1:2 11 6 4 2 2 2 2 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:3 0 0 0 1 0;} @font-face {font-family:Calibri; panose-1:2 15 5 2 2 2 4 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:3 0 0 0 1 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:10.0pt; margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-bidi-font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-language:EN-US;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

Condividi questo articolo
899 visite