L’ex sindaco Lorenzo Italiano sfida il freddo gelido e scende in piazza per un comizio al grido di “Rialzati, Milazzo”. L’appuntamento è fissato domenica 12 febbraio alle 18,30 in Piano Baele. Secondo Italiano sono troppe le illazioni sul suo operato nell’ambito del dissesto che si sta profilando al comune di Milazzo. Italiano, oggi esponente di Grande Sud, cercherà di spiegare come la sua amministrazione ha lavorarato per mettere in sesto i conti dell’ente e, al contrario, il default è tutto a carico dell’attuale esecutivo guidato da Carmelo Pino, “incapace di trovare finanziamenti”.

Il manifesto

Il “buco” denunciato dall’assessore alle Finanze, Pippo Midili, è di 25 milioni di euro di cui sette milioni di debiti fuori bilancio, 8 milioni di mandati fermi all’ufficio ragioneria per le forniture ottenute dal Comune dall’aprile 2009 all’aprile 2011; 6,5 milioni sono i debiti nei confronti delle banche per anticipi di cassa; 3-4 milioni di euro per pagamenti di espropri.

Condividi questo articolo
564 visite