Operaio albanese ubriaco investe carabiniere sull’asse viario di Milazzo. Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della radiomobile di Milazzo hanno arrestato un cittadino albanese di 39 anni accusato di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale . L’operaio Arsan Sefa, nato in Albania, 40 anni, ma residente a Milazzo, in possesso di regolare permesso di soggiorno, intorno alle ore 22.30 di ieri sera, mentre percorreva a bordo del proprio ciclomotore la strada statale 113, giunto all’altezza di un noto centro commerciale, nonostante l’alt intimatogli dai carabinieri che avevano notato lo straniero procedere in maniera anomala lungo l’asse stradale, ha travolto un Carabiniere rovinando poi sull’asfalto. Immediatamente sul posto convergevano ulteriori pattuglie dell’Arma, nonchĂ© il personale medico del 118 che provvedeva a soccorrere il graduato il quale aveva riportato delle lesioni.

 

I Carabinieri percependo “un particolare stato di alterazione psicofisica del cittadino albanese”, lo hanno portato in una struttura sanitaria di Milazzo dove è emerso lo stato di ebbrezza. Condotto in Caserma, Arsan Sefa è stato dichiarato in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, nonchĂ© segnalato in stato di libertĂ  anche per guida in stato di ebbrezza. I medici del pronto soccorso hanno refertato al carabiniere investito una lussazione di un arto superiore. Il cittadino albanese, su disposizione del Magistrato di turno preso la Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Compagnia mamertina, in attesa di essere giudicato nel corso dell’udienza che si terrĂ  con rito direttissimo nella giornata odierna. Il ciclomotore, risultato sprovvisto di copertura assicurativa e dei previsti documenti è stato sottoposto a sequestro.