Nuova asta per vendere la nave Baba T che rimane bloccata da tre anni nel molo marullo di Milazzo. Dopo una serie di gare andate deserte la somma è scesa a 192 mila euro. La nave turca nel dicembre 2008 è stata abbandonata dall’armatore dopo una sosta forzata a Milazzo perché non più nelle condizioni di navigare in sicurezza. Infatti la Unisteel, società algerina committente del carico di ferro che l’armatore turco avrebbe dovuto trasportare in Africa (materiale che alla fine è arrivato a destinazione sol perché sempre da Algeri sono state spese altre somme per attivare un altro trasportatore) dopo aver manifestato interesse, ha deciso di rinunciare alla proprietà della “carretta” e a tutti gli oneri.

La Nave Baba T

 

Così il giudice ha fissato la vendita all’asta. Il prezzo, fino ad oggi, non ha convinto gli addetti ai lavori giudicandolo proibitivo. L’asta è partita da 450 mila euro, una somma che doveva servire a risarcire i danni della stessa Unisteel (circa 350 mila euro) e coprire varie spese marittime (altri 100 mila euro). La vicenda della nave è stata molto sentita in città perchè decine di marittimi turchi restarono abbandonati sulla nave senza alcuna assistenza da parte dell’armatore. Furono accuditi dall’associazione Stella Maris che ne consentì il rientro a casa.

Condividi questo articolo
866 visite