”Centrali” di acquisto comuni, fidelity card, nuovi arredamenti per le vie cittadine. Sono queste alcune delle iniziative che i commercianti di Milazzo che hanno aderito ai due centri commerciali naturali accreditati dall’assessorato regionale alle Attività produttive stanno tentando di portare avanti. L’obiettivo è quello di intercettare parte dei 50 milioni di euro messi a disposizione dal un bando regionale. Stamattina alla sala rotonda del Paladiana si è tenuta una riunione operativa nel corso della quale una equipe di esperti, composta da Alessandro Seminara, Luigi Amato e Rosy Mollica, ha spiegato i termini del bando che scadrà il 28 febbraio.

I commercianti presenti alla sala rotonda

“Il successo dell’iniziativa dipende da come i commercianti intendono affrontare questa opportunità – dice Seminara – ci sono due correnti di pensiero: una che vorrebbe puntare su progetti singoli e investire una cifra simbolica su quelli comuni (solo il 50% viene finanziato dalla Regione a fondo perduto il resto della spesa è a carico dell’operatore); altri che sono a favore di progetti di largo respiro che difficilemente potranno essere realizzati in futuro senza l’aiuto di finanziamenti esterni”. Il prossimo appuntamento è stato fissato giovedì prossimo nella sede della Confcommercio di Milazzo, alle 20, per cercare di trovare una giusta sintesi. Tra i partecipanti anche il consigliere comunale Massimo Bagli, responsabile di un patronato. “E’ finito il tempo delle gelosie e delle piccole ripicche tra commercianti – sostiene – se vogliamo uscire dalla crisi bisogna lavorare tutti insieme. Sono d’accordo con quanto sosteneva Seminara, un modo per abbattere i costi e poter fronteggiare la concorrenza della grande distribuzione è quella di centralizzare gli acqusiti. Creare un deposito e acquistare tutti insieme grossi quantitativi di merce godendo di sconti che il singolo operatore non potrà mai ottenere”. Due i centri commerciali naturali accreditati a Milazzo: il ”Centro storico” presieduto da Maria Pensabene e il ”Borgo antico e dintorni” guidato da Francesca Sparacino.

Condividi questo articolo