Scatta alla mezzanotte di questa sera, domenica 15 gennaio 2012, lo sciopero proclamato dal Movimento dei Forconi e dagli autotrasportatori dell’Aias che prevede anche un presidio allo svincolo di Milazzo. Durerà cinque giorni, si concluderà alla mezzanotte tra venerdì 20 e sabato 21 gennaio. La manifestazione prevede il blocco totale del trasporto siciliano. La protesta è organizzata da “Forza d’urto”, movimento nato dall’unione degli Autotrasportatori Aias, Movimento dei Forconi, pescatori, imprenditori agricoli e da tantissimi altri. In provincia di Messina, secondo quanto riporta l’ufficio stampa del movimento, sono previsti blocchi agli svincoli di Milazzo (per la presenza della raffineria e del porto), Villafranca e a Tremestieri.

i caselli di milazzo

‘’Forza d’urto – si legge in una nota – ha invitato ed invita tutti i siciliani ad aderire alla protesta recandosi nei vari presidi che saranno istituti su tutto il territorio dell’isola. Si tratta infatti di una manifestazione popolare non saranno accettati bandiere e simboli di partiti politici o di sindacati. Gi organizzatori garantiscono, e si impegneranno al massimo in questo senso, che sarà una manifestazione civile, ordinata, corretta. Nella quale ogni elemento di disturbo o che non sia in sintonia con le ferree regole di buon comportamento e di civile azione saranno isolati e respinti dal servizio d’ordine del Movimento costituito tutto da «padri di famiglia» che rifuggono qualsiasi tipo di intemperanza e, ancor più, di violenza’’.

 

 

Condividi questo articolo