I carabinieri hanno fermato a Lipari un netturbino di 36 anni, Roberto Cannistrà, con l’ accusa di avere ucciso lo scorso 24 dicembre, Eufemia Biviano, di 60 anni, con un colpo di coltello alla gola. La donna si trovava nel garage della propria casa a Lipari. Mentre i militari accompagnavano l’ uomo sulla motovedetta che lo ha portato a Milazzo, attorno si e’ radunata una folla che gridava: ”Bastardo, devi morire”. Cannistra’ è stato fermato dopo l’ analisi del dna su macchie di sangue.

Condividi questo articolo
394 visite