E’ Sebastian Donzella il nuovo segretario dei Giovani Democratici. L’elezione è avvenuta nel corso della primo congresso organizzato martedì scorso nella sede di via Umberto I. IL gruppo, anche se formalmente è nato oggi, ha già intrapreso e supportato varie iniziative in campo sociale, politico e culturale. Dalla presentazione del libro di Antonio Mazzeo “I padrini del ponte”, all’iniziativa “La Sicilia in testa”, organizzata a Torregrotta sui temi della cultura e dello sviluppo dei giovani nel Mezzogiorno.

I Giovani Democratici di Milazzo

Lo scorso week-end è stata avviata, invece,  una raccolta firma sulla tutela dei diritti degli immigrati. Con i DEm è stata condivisa l’esperienza di “Paralimpici”, nata da una idea del nuovo segretario Donzella. «Il circolo dei Giovani Democratici nasce in una situazione particolare – dice Donzella – da un lato, a livello nazionale, la crisi economica, dall’altro, a livello locale l’alluvione ha ha portato a Milazzo danni inimmaginabili sotto il profilo ambientale. Ci siamo accorti che a Milazzo il vero ostacolo si chiama disinformazione: la gente conosce poco e male quelli che sono i problemi del comprensorio. Tutti sanno come la nostra area si altamente inquinata, come il numero dei tumori sia molto più elevato rispetto alla media nazionale. Pochisismi, però, conoscono nel concreto cifre, numeri, soluzioni. Si parla più per sentito dire che per reale conoscenza. Dobbiamo creare una rete fatta di persone, vogliamo creare una sana colaborazione con le altre realtà, ricordandoci che prima di tutto siamo giovani che tengono alla propria città e che spesso gli ideali sono gli stessi, cambia solo il modo di rappresentarli». «Abbiamo proposto la nomina di Sebastian Donzella – spiega Giacomo Patanè, uno dei fondatori del gruppo – con il compito di valutare e valorizzare le risorse a disposizione fatte da persone di qualità che si propongono come futura classe dirigente».

Condividi questo articolo