A Milazzo aprirà l’ufficio periferico del Demanio marittimo regionale. Una “conquista” importante non solo per la città del Capo ma per l’intero territorio compreso tra Villafranca e Tusa. Con l’istituzione del distaccamento dell’ufficio periferico del demanio marittimo di Milazzo infatti la burocrazia sarà notevolmente semplificata e si elimineranno buona parte dei passaggi amministrativi che attualmente avvengono tra la Capitaneria ed il servizio demanio a Palermo, consentendo un significativo abbattimento dei tempi di avviamento e definizione dell’iter istruttorio.

L’ufficio distaccato di Milazzo si apre grazie alla concessione in comodato d’uso dei locali di proprietà del Comune siti in via San Paolino, un tempo utilizzati per ospitare la scuola media Zirilli e oggi occupata dai vigili urbani. Il comodato è stato firmato dai dirigenti comunali e dai responsabili del dipartimento regionale dell’Ambiente. La Regione si è impegnata ad eseguire all’interno dei locali tutti i necessari lavori di adeguamento e di manutenzione, migliorie che alla scadenza del contratto – fissato in 6 anni – saranno godute dal Comune senza dover versare alcuna somma al dipartimento regionale. ”La presenza sul territorio di un Ufficio del demanio marittimo preposto all’espletamento di tutte le procedure necessarie – ha detto il sindaco Carmelo Pino – è di notevole importanza ed interesse per il comprensorio consentendo un notevole risparmio di risorse economiche e lavorative in quanto si accelerano i tempi di avviamento e di istruttoria delle istanze”.
Altro particolare non trascurabile – ha aggiunto l’assessore alle Finanze, Giuseppe Midili – è poi l’intervento migliorativo alla struttura concessa in comodato, onere assunto dalla Regione. I locali infatti necessitavano di interventi strutturali che avrebbero richiesto l’esborso di consistenti somme che in questo momento l’Ente, strutturalmente deficitario, non poteva permettersi”.

Condividi questo articolo