Una cerimonia per festeggiare un quarto di secolo di lavoro in Ram. Questo traguardo è stato raggiunto da 23 dipendenti della Raffineria di Milazzo. Si tratta di Carmelo Alessandro, Filippo Bonaccorso, Giuseppe Cagigi, Stefano Chillemi, Antonino Correnti, Raffaele D’Angelo, Eleonora Doddo, Vittorio Emanuele, Armando Ficarra, Stefano Foti, Giuseppe Isgro’, Ignazio Iurato, Francesco La Malfa, Francesco Lisi, Cataldo Maira, Renata Micari, Paolo Miroddi, Gaetano Mollura, Emilio Pellegrino, Salvatore Picciolo, Carmelo Pino, Tindaro Soldino e Carmelo Trio.

i premiati alla ram

Alla cerimonia organizzata per festeggiare questo importante momento rappresentativo del senso di appartenenza dei dipendenti della RAM alla Società, era presente tutto il vertice aziendale.

Nel suo saluto, il presidente Alessandro Gilotti, ha voluto ringraziare tutti i colleghi premiati, “la cui vita lavorativa è stata in larga parte occupata nel processo di rilancio della RAM e che per questo si possono senz’altro considerare protagonisti dei successi aziendali.”

Ha poi proseguito con alcuni rifermenti all’attualità ricordando: “E’ sicuramente sotto gli occhi di tutti noi la grave crisi economica internazionale, ma l’impegno profuso in questo periodo ha permesso alla Ram comunque di guadagnare molte posizioni in termini di competitività diventando senza dubbio una delle raffinerie più avanzate sotto tutti i profili, da quello produttivo a quello di tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente.”

In particolare, relativamente a questi ultimi aspetti, lo sforzo degli Azionisti in termini di investimenti e del personale della raffineria hanno permesso di raggiungere molti degli obiettivi qualificanti, tra cui, nell’ambito della sicurezza sul lavoro, il traguardo dei 365 giorni senza infortuni.

 

Condividi questo articolo